Anfiteatro Flavio - il Colosseo

STORIA » La civiltà romana Anfiteatro Flavio - il Colosseo Per celebrare i loro imperatori, i Romani costruirono edifici pubblici come Archi di Trionfo, Fori e Anfiteatri. Il più famoso è l’Anfiteatro Flavio, detto anche Colosseo, fatto costruire a Roma dall’imperatore Flavio Vespasiano e da suo figlio Tito tra il 70 e il 74 d.C. I giochi e gli spettacoli per la sua inaugurazione nell’80 d.C. durarono 100 giorni. Poteva ospitare un numero di spettatori stimato fra 50.000 e 75.000 unità divisi su quattro ordini di arcate e mura in verticale, decrescenti verso l’arena. Poiché sorgeva su un antico lago, l’arena poteva essere allagata tramite appositi canali per ospitare anche delle vere e proprie battaglie navali. 1. ORDINI DEI CAVALIERI, DEI CITTADINI E DELLA PLEBE: i posti negli ordini erano suddivisi in base alle classi sociali: le più importanti sedevano vicino all’arena, le meno importanti più lontano. 2. SEDILI: fino al quarto livello erano in marmo, nei successivi in legno. 3. CAVEA: è l’insieme delle gradinate dell’anfiteatro. Poteva essere coperta da tendoni per riparare il pubblico dal Sole. 4. VOMITORIUM: erano gli ingressi dai quali si entrava nelle gradinate. Avevano delle protezioni per evitare al pubblico di cadere. 5. SOTTERRANEI: quando si svolgevano le battaglie navali erano riempiti d’acqua, altrimenti servivano da magazzini per tenere le gabbie degli animali da usare durante i giochi. 6. ARENA: qui si svolgevano i giochi. Nel punto più largo misurava 76 metri, in quello più stretto 46. Il pavimento originale non si è conservato, ma si pensa fosse fatto di legno. 7. ORDINE DEI SENATORI: erano i posti più vicini all’arena, quindi con la vista migliore dello spettacolo. 8. PALCO DEL CONSIGLIO E DELLE VESTALI: si trovava a circa 4 metri di altezza rispetto all’arena, ed era riservato agli ospiti stranieri dell’imperatore, ai patrizi e alle sacerdotesse della dea Vesta, la dea che proteggeva le case. 9. FACCIATA: era alta 50 metri e divisa in quattro parti o ordini per un totale di 80 archi. C’erano 74 entrate per gli spettatori e altre 12 per i patrizi, di cui una riservata all’imperatore. I gladiatori erano lottatori che combattevano armati uno contro l’altro o contro degli animali. Alcuni gladiatori erano famosi come lo sono oggi i campioni dello sport.
STORIA » La civiltà romana Anfiteatro Flavio - il Colosseo Per celebrare i loro imperatori, i Romani costruirono edifici pubblici come Archi di Trionfo, Fori e Anfiteatri. Il più famoso è l’Anfiteatro Flavio, detto anche Colosseo, fatto costruire a Roma dall’imperatore Flavio Vespasiano e da suo figlio Tito tra il 70 e il 74 d.C. I giochi e gli spettacoli per la sua inaugurazione nell’80 d.C. durarono 100 giorni. Poteva ospitare un numero di spettatori stimato fra 50.000 e 75.000 unità divisi su quattro ordini di arcate e mura in verticale, decrescenti verso l’arena. Poiché sorgeva su un antico lago, l’arena poteva essere allagata tramite appositi canali per ospitare anche delle vere e proprie battaglie navali. 1. ORDINI DEI CAVALIERI, DEI CITTADINI E DELLA PLEBE: i posti negli ordini erano suddivisi in base alle classi sociali: le più importanti sedevano vicino all’arena, le meno importanti più lontano. 2. SEDILI: fino al quarto livello erano in marmo, nei successivi in legno. 3. CAVEA: è l’insieme delle gradinate dell’anfiteatro. Poteva essere coperta da tendoni per riparare il pubblico dal Sole. 4. VOMITORIUM: erano gli ingressi dai quali si entrava nelle gradinate. Avevano delle protezioni per evitare al pubblico di cadere. 5. SOTTERRANEI: quando si svolgevano le battaglie navali erano riempiti d’acqua, altrimenti servivano da magazzini per tenere le gabbie degli animali da usare durante i giochi. 6. ARENA: qui si svolgevano i giochi. Nel punto più largo misurava 76 metri, in quello più stretto 46. Il pavimento originale non si è conservato, ma si pensa fosse fatto di legno. 7. ORDINE DEI SENATORI: erano i posti più vicini all’arena, quindi con la vista migliore dello spettacolo. 8. PALCO DEL CONSIGLIO E DELLE VESTALI: si trovava a circa 4 metri di altezza rispetto all’arena, ed era riservato agli ospiti stranieri dell’imperatore, ai patrizi e alle sacerdotesse della dea Vesta, la dea che proteggeva le case. 9. FACCIATA: era alta 50 metri e divisa in quattro parti o ordini per un totale di 80 archi. C’erano 74 entrate per gli spettatori e altre 12 per i patrizi, di cui una riservata all’imperatore. I gladiatori erano lottatori che combattevano armati uno contro l’altro o contro degli animali. Alcuni gladiatori erano famosi come lo sono oggi i campioni dello sport.