I Giochi olimpici

STORIA » Il testo storico CHI ERANO I GRECI - I Giochi olimpici I Giochi olimpici 1 Leggi il testo e rispondi alle domande. I Giochi olimpici nacquero nella città di Olimpia nel 776 a.C. per rendere omaggio al dio Zeus. Le Olimpiadi venivano celebrate ogni quattro anni e costituivano un avvenimento molto importante per tutti i Greci. Per garantire la partecipazione alle gare, fu istituita la “tregua olimpica”, un periodo durante il quale cessavano tutte le guerre, le inimicizie pubbliche e private, specialmente nei confronti degli atleti e degli spettatori che dovevano attraversare territori nemici per recarsi ad Olimpia. Inizialmente gli atleti si sfidavano solo nella corsa, poi vennero introdotte altre discipline, come la doppia corsa dello stadio, la corsa di resistenza, la lotta, il pugilato, la corsa delle quadrighe, il salto in lungo, il lancio del giavellotto. Gli atleti vincitori entravano nella leggenda e acquisivano privilegi importanti. Potevano partecipare alle celebrazioni tutti gli uomini liberi di lingua greca provenienti dalle città-stato della Grecia e dalle colonie. Erano esclusi invece gli schiavi e le donne, le quali non potevano nemmeno essere spettatrici. Ad Argo venivano organizzati dei Giochi dedicati alla sola popolazione femminile, detti "erei" in onore di Era. Chi poteva partecipare ai Giochi olimpici? Chi ne era escluso? Cosa significava “tregua olimpica”? Cosa'rano i Giochi erei? 2 Scrivi sotto ogni foto lo sport olimpico a cui fa riferimento e segna con una X lo sport che non era praticato ai tempi delle Olimpiadi nell'antica Grecia. Competenza Comprendo il testo storico e organizzo le informazioni. SUSSIDIARIO pp. 16-17
STORIA » Il testo storico CHI ERANO I GRECI - I Giochi olimpici I Giochi olimpici 1 Leggi il testo e rispondi alle domande. I Giochi olimpici nacquero nella città di Olimpia nel 776 a.C. per rendere omaggio al dio Zeus. Le Olimpiadi venivano celebrate ogni quattro anni e costituivano un avvenimento molto importante per tutti i Greci. Per garantire la partecipazione alle gare, fu istituita la “tregua olimpica”, un periodo durante il quale cessavano tutte le guerre, le inimicizie pubbliche e private, specialmente nei confronti degli atleti e degli spettatori che dovevano attraversare territori nemici per recarsi ad Olimpia. Inizialmente gli atleti si sfidavano solo nella corsa, poi vennero introdotte altre discipline, come la doppia corsa dello stadio, la corsa di resistenza, la lotta, il pugilato, la corsa delle quadrighe, il salto in lungo, il lancio del giavellotto. Gli atleti vincitori entravano nella leggenda e acquisivano privilegi importanti. Potevano partecipare alle celebrazioni tutti gli uomini liberi di lingua greca provenienti dalle città-stato della Grecia e dalle colonie. Erano esclusi invece gli schiavi e le donne, le quali non potevano nemmeno essere spettatrici. Ad Argo venivano organizzati dei Giochi dedicati alla sola popolazione femminile, detti "erei" in onore di Era. Chi poteva partecipare ai Giochi olimpici?  Chi ne era escluso?  Cosa significava “tregua olimpica”?  Cosa'rano i Giochi erei?  2 Scrivi sotto ogni foto lo sport olimpico a cui fa riferimento e segna con una X lo sport che non era praticato ai tempi delle Olimpiadi nell'antica Grecia. Competenza Comprendo il testo storico e organizzo le informazioni. SUSSIDIARIO pp. 16-17