La Magna Grecia

STORIA » Il testo storico CHI ERANO I GRECI - La Magna Grecia La Magna Grecia 1 Leggi il testo, cerca le informazioni necessarie sul sussidiario e rispondi alle domande. In Grecia le terre coltivabili erano scarse e verso il 600 a.C. non erano più sufficienti a sfamare la popolazione, aumentata con lo sviluppo delle polis. Si rese quindi necessario trovare terre oltremare per fondare nuove città. Prima di colonizzare un territorio veniva consultato l’oracolo, in genere quello di Apollo a Delfi, per sapere in quale luogo la divinità voleva che si fondasse la nuova polis. In seguito ci si occupava di organizzare il viaggio, preparando le navi e tutto il necessario: armi, provviste, arnesi da lavoro, simboli delle divinità che fossero di buon auspicio per i marinai durante il viaggio. Progettare una colonia comportava il coinvolgimento di una parte notevole di popolazione, a volte anche degli schiavi, che potevano sperare, una volta giunti a destinazione, in un futuro migliore. Servivano inoltre architetti per lo studio della pianta della città, manovali per la realizzazione delle opere pubbliche, legislatori e politici per il governo della nuova polis, artigiani e commercianti, agricoltori e marinai: nell'impresa della fondazione di una colonia c’era bisogno di tutti. Delle spedizioni facevano parte anche gli agrimensori, tecnici che si occupavano di misurare e dividere equamente le terre che si sarebbero conquistate. Il comandante che guidava la spedizione si chiamava ecista, che significava “fondatore di città”. L'insieme delle colonie che nacquero in Italia meridionale prese il nome di Magna Grecia. Tempio di Paestum. Perché i Greci fondarono le colonie? Cosa accadeva prima della spedizione? Chi faceva parte della spedizione? Cosa veniva caricato sulle navi? Cosa significa “Magna Grecia”? Scrivi il nome di almeno cinque colonie famose della Magna Grecia: Competenza Comprendo il testo storico e organizzo le informazioni. SUSSIDIARIO pp. 8-9
STORIA » Il testo storico  CHI ERANO I GRECI - La Magna Grecia La Magna Grecia 1 Leggi il testo, cerca le informazioni necessarie sul sussidiario e rispondi alle domande. In Grecia le terre coltivabili erano scarse e verso il 600 a.C. non erano più sufficienti a sfamare la popolazione, aumentata con lo sviluppo delle polis. Si rese quindi necessario trovare terre oltremare per fondare nuove città. Prima di colonizzare un territorio veniva consultato l’oracolo, in genere quello di Apollo a Delfi, per sapere in quale luogo la divinità voleva che si fondasse la nuova polis. In seguito ci si occupava di organizzare il viaggio, preparando le navi e tutto il necessario: armi, provviste, arnesi da lavoro, simboli delle divinità che fossero di buon auspicio per i marinai durante il viaggio. Progettare una colonia comportava il coinvolgimento di una parte notevole di popolazione, a volte anche degli schiavi, che potevano sperare, una volta giunti a destinazione, in un futuro migliore. Servivano inoltre architetti per lo studio della pianta della città, manovali per la realizzazione delle opere pubbliche, legislatori e politici per il governo della nuova polis, artigiani e commercianti, agricoltori e marinai: nell'impresa della fondazione di una colonia c’era bisogno di tutti. Delle spedizioni facevano parte anche gli agrimensori, tecnici che si occupavano di misurare e dividere equamente le terre che si sarebbero conquistate. Il comandante che guidava la spedizione si chiamava ecista, che significava “fondatore di città”. L'insieme delle colonie che nacquero in Italia meridionale prese il nome di Magna Grecia. Tempio di Paestum. Perché i Greci fondarono le colonie?  Cosa accadeva prima della spedizione?  Chi faceva parte della spedizione?  Cosa veniva caricato sulle navi?  Cosa significa “Magna Grecia”?  Scrivi il nome di almeno cinque colonie famose della Magna Grecia:   Competenza Comprendo il testo storico e organizzo le informazioni. SUSSIDIARIO pp. 8-9