Tecnologia • Le frontiere dello spazio

capire con… TECNOLOGIA Le frontiere dello spazio Volare è uno dei sogni più antichi dell’uomo. Da qui ad andare nello spazio il passo è stato breve. Dalla seconda metà del XX secolo la scienza e la tecnologia sono state capaci di esplorare l’universo intorno a noi in tre modi: con i grandi telescopi, che mostrano le regioni più lontane, con le missioni umane, come quella sulla Luna, e con l’invio di sonde e robot. SONDE E ROBOT Per esplorare i pianeti del Sistema Solare e lo spazio sono stati lanciati delle sonde e dei robot che hanno trasmesso sulla Terra ciò che hanno visto. Tra le ultime spedizioni ci sono state quelle del robot Sojourner, inviato a studiare la superficie del pianeta Marte, e quella della sonda Rosetta che, dopo un inseguimento durato 10 anni, si è avvicinata alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko e ha lanciato un robot sulla sua superficie per studiarne la composizione. DALLA LUNA A MARTE La Luna è, ad oggi, l’unico corpo celeste esplorato dall’uomo: gli astronauti sono atterrati sul nostro satellite il 20 luglio 1969 e poi sono seguite altre cinque spedizioni. Le future esplorazioni riguarderanno il pianeta Marte. Dal 1998 è in orbita intorno alla Terra la Stazione Spaziale Internazionale, una base alla cui costruzione e sviluppo hanno collaborato molti Stati tra cui l’Italia. I GRANDI TELESCOPI Sono apparecchiature poste sia su montagne, come il monte Palomar in California (Stati Uniti), sia nello spazio come Hubble, in orbita intorno alla Terra dal 1990. Grazie a loro possiamo osservare le regioni più lontane dell’Universo.
capire con… TECNOLOGIA Le frontiere dello spazio Volare è uno dei sogni più antichi dell’uomo. Da qui ad andare nello spazio il passo è stato breve. Dalla seconda metà del XX secolo la scienza e la tecnologia sono state capaci di esplorare l’universo intorno a noi in tre modi: con i grandi telescopi, che mostrano le regioni più lontane, con le missioni umane, come quella sulla Luna, e con l’invio di sonde e robot. SONDE E ROBOT Per esplorare i pianeti del Sistema Solare e lo spazio sono stati lanciati delle sonde e dei robot che hanno trasmesso sulla Terra ciò che hanno visto. Tra le ultime spedizioni ci sono state quelle del robot Sojourner, inviato a studiare la superficie del pianeta Marte, e quella della sonda Rosetta che, dopo un inseguimento durato 10 anni, si è avvicinata alla cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko e ha lanciato un robot sulla sua superficie per studiarne la composizione. DALLA LUNA A MARTE La Luna è, ad oggi, l’unico corpo celeste esplorato dall’uomo: gli astronauti sono atterrati sul nostro satellite il 20 luglio 1969 e poi sono seguite altre cinque spedizioni. Le future esplorazioni riguarderanno il pianeta Marte. Dal 1998 è in orbita intorno alla Terra la Stazione Spaziale Internazionale, una base alla cui costruzione e sviluppo hanno collaborato molti Stati tra cui l’Italia. I GRANDI TELESCOPI Sono apparecchiature poste sia su montagne, come il monte Palomar in California (Stati Uniti), sia nello spazio come Hubble, in orbita intorno alla Terra dal 1990. Grazie a loro possiamo osservare le regioni più lontane dell’Universo. <