La famiglia

La famiglia La famiglia romana poggiava sulla figura del padre, che prendeva decisioni su tutto e la cui autorità non poteva essere messa in discussione. I figli dovevano obbedirgli fino alla morte. Al momento della nascita di un figlio, il padre poteva riconoscere il neonato e accoglierlo in casa o rifiutarlo. Bastava che quando le donne deponevano il piccolo ai suoi piedi il padre non lo prendesse in braccio, perché questi fosse abbandonato al suo destino. Il padre poteva adottare il figlio di un amico rimasto orfano o qualsiasi altro giovane e riconoscerlo come figlio proprio. Aveva il diritto di lasciare la moglie e risposarsi. ASCESA E CADUTA > DELL'IMPERO La famiglia STORIA La civiltà romana o Quaderno delle competenze Pag. 34 NOTIZIE dal PASSATO I numeri romani I numeri che usiamo si chiamano arabi perché sono stati inventati dagli Arabi. I Romani utilizzavano un sistema di numerazione diverso usato ancora oggi per indicare secoli, re, papi... X = 10 IX = 9 LE DONNE ROMANE Le donne romane dovevano essere del tutto sottomesse all autorità del padre e poi del marito. Le donne romane, contrariamente alle donne greche, potevano però uscire di casa quando volevano, anche se le matrone, cioè le donne appartenenti alle famiglie patrizie, lo facevano raramente. L ISTRUZIONE DEI FIGLI Una donna romana in casa mentre suona la cetra. Un pedagogo Nelle famiglie ricche l educazione con i suoi alunni durante e l istruzione dei bambini maschi una lezione. era affidata a un pedagogo, uno schiavo colto. Gli altri frequentavano una scuola pubblica, dove imparavano a leggere, a scrivere e a far di conto. L anno scolastico iniziava a marzo e l orario scolastico era di sei ore giornaliere, interrotte da una pausa per il pranzo. Non c erano edifici che funzionavano come scuole. Le lezioni venivano fatte all aperto o in piccole stanze che venivano prese in affitto. Per scrivere si utilizzavano tavolette spalmate di cera e uno stilo che serviva per incidere la cera. Non c erano banchi; gli alunni sedevano su uno sgabello appoggiando la tavoletta sulle ginocchia. Le bambine, invece, non andavano a scuola. La madre le educava ai lavori domestici. STUDIO con METODO W Espongo le informazioni. Ripeti il testo seguendo lo schema. o Il padre era il capofamiglia. o Le donne romane non avevano molte libertà. o L'istruzione dei bambini dipendeva dal loro censo. o Le bambine non andavano a scuola. 81

La famiglia