La civiltà delle terramare

La civiltà delle terramare Una delle più antiche civiltà italiche è quella delle terramare, chiamata così perché la popolazione viveva in villaggi di palafitte che erano circondate da fossati e cumuli di terra grassa e nerastra, derivata dalla decomposizione dei rifiuti, detta terra marna, da cui il termine terramare. I villaggi si diffusero dal 1650 a.C. in alcune zone della Pianura Padana, a cavallo fra i territori dell'Emilia, del basso Veneto e della bassa Lombardia. A oggi non si è ancora potuto accertare a quale specifica tribù italica appartenessero queste popolazioni. Dai reperti sappiamo che conoscevano l agricoltura, l allevamento e la lavorazione del bronzo, la ruota e il carro. Erano politeisti e praticavano il culto dei morti: non distante dalle palafitte, infatti, sorgeva la necropoli, ossia il cimitero dove venivano conservate in vasi di terracotta le ceneri dei defunti. Questa civiltà scomparve intorno al 1150 a.C. per cause ancora non chiare. LE PRIME CIVILT > ITALICHE La civiltà delle terramare Testa di terracotta ritrovata nella necropoli di Cancelli, in Toscana. STUDIO con METODO W Espongo le informazioni. Ripeti il testo rispondendo alle seguenti domande. o Da dove viene la parola "terramare"? o Perché costruivano delle pala tte? o Dove seppellivano i defunti? o Come nì questa civiltà? A AROLE della S P TO LE RI Necropoli Ricostruzione di un villaggio terramare Deriva dal greco necros (morto) e polis (città) e signi ca città dei morti . 39 STORIA I popoli italici

La civiltà delle terramare