Il Nuovo Giramondo - Storia e Geografia 5 Sfoglialibro

FRIULI-VENEZIA GIULIA > GEOGRAFIA Le regioni italiane o Quaderno delle competenze Pag. 59 W Occupati per settore A sinistra, l'altopiano del Carso, ambita meta turistica per i suoi sentieri. A destra, la Grotta Gigante sull'altopiano del Carso, a pochi chilometri da Trieste. 64% 34% LA POPOLAZIONE Primario Il Friuli-Venezia Giulia, data la sua posizione di confine tra Italia, Austria e Slovenia, è una regione a statuto speciale dal 1963, istituita per tutelare le minoranze linguistiche slovena e tedesca. Lo stesso friulano è stato riconosciuto dallo Stato italiano come lingua minoritaria da tutelare. Chiamato marilenghe (lingua madre), il friulano è una lingua di origine neolatina, la cui nascita si fa risalire all'anno mille. La popolazione si concentra nelle città e lungo la costa, mentre in montagna e nel Carso è molto scarsa. Secondario L agricoltura è concentrata in pianura dove si coltivano cereali, frutta, barbabietole da zucchero e tabacco. Sulle colline si coltiva la vite, da cui si ottengono uve pregiate con cui si producono vini famosi in tutto il mondo, che alimentano una fiorente industria vinicola. Importante è anche l allevamento di bovini, ma soprattutto di suini, da cui si ottengono salumi d'eccellenza, come il prosciutto crudo prodotto nel distretto industriale di San Daniele del Friuli, vicino a Udine. In regione sono presenti altri distretti d'eccellenza: quello della torrefazione del caffè a Trieste, quello del mobile a Livenza, quello della componentistica termoelettromeccanica tra Udine e Pordenone, della sedia, del coltello, delle tecnologie digitali. A Monfalcone, inoltre, si trovano grandi cantieri navali. Molto sviluppato anche il settore terziario, soprattutto nei campi assicurativo e bancario, a Trieste e Udine. Grazie alle numerose città d arte e alle eccellenze alimentari, il turismo è diventato una risorsa rilevante anche d inverno, mentre d estate esercitano una grande attrattiva le località lungo la costa, fra cui Grado e Lignano Sabbiadoro. 2% TRIESTE il capoluogo L'ECONOMIA Terziario Fu fondata dai Romani nel I secolo a.C. con il nome di "Tergeste", e dotata di mura e foro da Ottaviano Augusto nel 33 a.C. Passata al dominio bizantino, nel XVIII secolo entrò nell impero austro-ungarico, sotto cui ebbe uno sviluppo economico e culturale straordinario. Nel 1920 venne de nitivamente annessa all Italia. Oggi è una città specializzata nel settore terziario, ospita ben 32 musei, un università prestigiosa e numerose organizzazioni scienti che internazionali. Trieste è anche un porto di grande importanza: nel 2013 è stato il primo porto italiano in termini di volume complessivo di merci in transito, superando quello di Genova. Trieste, Piazza Unità d'Italia. Tra le eccellenze del Friuli-Venezia Giulia vi sono molti vini e salumi pregiati. 141

Il Nuovo Giramondo - Storia e Geografia 5 Sfoglialibro