Sintesi del testo

SINTESI DEL TESTO STUDIARE FACILE  ROMA  Come nacque Roma?↓ Nell'VIII secolo a.C. sorsero numerosi villaggi nella zona del colle Palatino e dell’Isola Tiberina che si unirono nel 753 a.C. in una unica città: Roma. Com'era governata Roma?↓ Dal 753 al 509 a.C. Roma fu governata da una monarchia, dove il re era supportato nelle sue decisioni dall'assemblea degli anziani, detta Senato. I re più importanti di Roma furono sette. Dopo il 509 a.C. nacque la repubblica, nella quale il potere era esercitato da più persone, i magistrati, che venivano eletti dal Senato e dai Comizi Centuriati. Come avvenne l’espansione del territorio di Roma?↓ Prima con la conquista dei territori di Volsci, Equi ed Etruschi, poi dei Sanniti e, infine, delle città della Magna Grecia, nonostante queste avessero il supporto di Pirro, re dell'Epiro. Con l’invasione della Sicilia nel 264 a.C. cominciarono le Guerre puniche contro Cartagine, terminate nel 146 a.C. La Prima guerra punica si combatté perlopiù in mare e si concluse nel 241 a.C. con la vittoria di Roma e la conquista della Sicilia. Nella Seconda guerra punica il cartaginese Annibale invase l'Italia e batté più volte i Romani, ma venne sconfitto nel 202 a.C. a Zama. La Terza guerra punica finì con la distruzione di Cartagine nel 146 d.C. Roma divenne così la maggiore potenza del Mediterraneo. Perché la repubblica andò in crisi?↓ In seguito alle continue guerre, i generali e i patrizi si erano arricchiti con i bottini conquistati, mentre i piccoli proprietari, che si erano al contrario indebitati per le spese di guerra, dovettero cedere i loro terreni. Nacque così il latifondo: le terre furono assegnate per la coltivazione agli schiavi e così i contadini furono costretti a trasferirsi in città alla ricerca, spesso vana, di un lavoro. I fratelli Tiberio e Caio Gracco proposero una riforma agraria per garantire una ridistribuzione più equa delle terre, ma vennero uccisi. Nel tempo, le tensioni sociali aumentarono sempre più, finché scoppiò la guerra civile fra la fazione che voleva portare avanti le riforme, guidata da Caio Mario, e la fazione che non voleva rinunciare a nessun priviliegio acquisito, guidata da Lucio Cornelio Silla. Quest'ultimo uscì vincitore dal conflitto e si proclamò dittatore a vita. Alla sua morte un triumvirato (Pompeo, Crasso e Cesare) prese il potere. Quando morì Crasso, scoppiò un'altra guerra civile vinta da Cesare, che si nominò dittatore a vita. Avviò molte riforme, ma venne assassinato nel 44 a.C.
SINTESI DEL TESTO STUDIARE FACILE  ROMA  Come nacque Roma?↓ Nell'VIII secolo a.C. sorsero numerosi villaggi nella zona del colle Palatino e dell’Isola Tiberina che si unirono nel 753 a.C. in una unica città: Roma. Com'era governata Roma?↓ Dal 753 al 509 a.C. Roma fu governata da una monarchia, dove il re era supportato nelle sue decisioni dall'assemblea degli anziani, detta Senato. I re più importanti di Roma furono sette. Dopo il 509 a.C. nacque la repubblica, nella quale il potere era esercitato da più persone, i magistrati, che venivano eletti dal Senato e dai Comizi Centuriati. Come avvenne l’espansione del territorio di Roma?↓ Prima con la conquista dei territori di Volsci, Equi ed Etruschi, poi dei Sanniti e, infine, delle città della Magna Grecia, nonostante queste avessero il supporto di Pirro, re dell'Epiro. Con l’invasione della Sicilia nel 264 a.C. cominciarono le Guerre puniche contro Cartagine, terminate nel 146 a.C. La Prima guerra punica si combatté perlopiù in mare e si concluse nel 241 a.C. con la vittoria di Roma e la conquista della Sicilia. Nella Seconda guerra punica il cartaginese Annibale invase l'Italia e batté più volte i Romani, ma venne sconfitto nel 202 a.C. a Zama. La Terza guerra punica finì con la distruzione di Cartagine nel 146 d.C. Roma divenne così la maggiore potenza del Mediterraneo. Perché la repubblica andò in crisi?↓ In seguito alle continue guerre, i generali e i patrizi si erano arricchiti con i bottini conquistati, mentre i piccoli proprietari, che si erano al contrario indebitati per le spese di guerra, dovettero cedere i loro terreni. Nacque così il latifondo: le terre furono assegnate per la coltivazione agli schiavi e così i contadini furono costretti a trasferirsi in città alla ricerca, spesso vana, di un lavoro. I fratelli Tiberio e Caio Gracco proposero una riforma agraria per garantire una ridistribuzione più equa delle terre, ma vennero uccisi. Nel tempo, le tensioni sociali aumentarono sempre più, finché scoppiò la guerra civile fra la fazione che voleva portare avanti le riforme, guidata da Caio Mario, e la fazione che non voleva rinunciare a nessun priviliegio acquisito, guidata da Lucio Cornelio Silla. Quest'ultimo uscì vincitore dal conflitto e si proclamò dittatore a vita. Alla sua morte un triumvirato (Pompeo, Crasso e Cesare) prese il potere. Quando morì Crasso, scoppiò un'altra guerra civile vinta da Cesare, che si nominò dittatore a vita. Avviò molte riforme, ma venne assassinato nel 44 a.C. <