La civiltà romana

STORIA La civiltà ROMANA IN QUESTO PERCORSO CONOSCERAI DALLA FONDAZIONE ALLA REPUBBLICA ASCESA E CADUTA DELL'IMPERO Schede alunno - I Romani Schede alunno - Le civiltà contemporanee a Roma La civiltà di Roma, dalla fondazione alla caduta dell’Impero, durò per circa 1200 anni, nei quali influenzò tutte le popolazioni e le culture con cui entrò in contatto, come dimostrano le molte tracce visibili ancora oggi in Europa, Asia Minore e Nord Africa. La prima fase della sua storia va dal 753 a.C., anno della sua fondazione, fino al 44 a.C., anno della morte di Giulio Cesare: sono i secoli in cui Roma passa dalla monarchia alla repubblica e pone le basi di quello che sarà uno dei più grandi imperi dell'antichità. Le pietre miliari erano colonne poste lungo le strade principali a un miglio di distanza l'una dall'altra e fornivano al viaggiatore le indicazioni sulle distanze tra le città. IL PUNTO… La leggenda delle origini di Roma La leggenda narra che, dall’unione tra il dio Marte e Rea Silvia, una sacerdotessa della città latina di Alba Longa, nacquero due gemelli. Quando Amulio, il re dei Latini, ne venne a conoscenza, ordinò a un servitore di ucciderli. Il servo non ne ebbe il coraggio, per cui li mise in una cesta che abbandonò sulle acque del fiume Tevere. La cesta si arenò sulla riva e fu trovata da una lupa, che si prese cura dei neonati. Poi una coppia di pastori li trovò e decise di allevarli. I bambini furono chiamati Romolo e Remo. Diventato adulto, Romolo fondò la città di Roma e ne divenne il primo re. Secondo la leggenda era il 21 aprile del 753 a.C. L'espansione di Roma Statua di bronzo che rappresenta Romolo e Remo allattati dalla lupa. Nel corso del tempo ⇒ Atlante Pagg. 20-21 ⇒ Quaderno delle competenze Pag. 22
STORIA La civiltà ROMANA IN QUESTO PERCORSO CONOSCERAI DALLA FONDAZIONE ALLA REPUBBLICA ASCESA E CADUTA DELL'IMPERO   Schede alunno - I Romani   Schede alunno - Le civiltà contemporanee a Roma La civiltà di Roma, dalla fondazione alla caduta dell’Impero, durò per circa 1200 anni, nei quali influenzò tutte le popolazioni e le culture con cui entrò in contatto, come dimostrano le molte tracce visibili ancora oggi in Europa, Asia Minore e Nord Africa. La prima fase della sua storia va dal 753 a.C., anno della sua fondazione, fino al 44 a.C., anno della morte di Giulio Cesare: sono i secoli in cui Roma passa dalla monarchia alla repubblica e pone le basi di quello che sarà uno dei più grandi imperi dell'antichità. Le pietre miliari erano colonne poste lungo le strade principali a un miglio di distanza l'una dall'altra e fornivano al viaggiatore le indicazioni sulle distanze tra le città. IL PUNTO… La leggenda delle origini di Roma La leggenda narra che, dall’unione tra il dio Marte e Rea Silvia, una sacerdotessa della città latina di Alba Longa, nacquero due gemelli. Quando Amulio, il re dei Latini, ne venne a conoscenza, ordinò a un servitore di ucciderli. Il servo non ne ebbe il coraggio, per cui li mise in una cesta che abbandonò sulle acque del fiume Tevere. La cesta si arenò sulla riva e fu trovata da una lupa, che si prese cura dei neonati. Poi una coppia di pastori li trovò e decise di allevarli. I bambini furono chiamati Romolo e Remo. Diventato adulto, Romolo fondò la città di Roma e ne divenne il primo re. Secondo la leggenda era il 21 aprile del 753 a.C.   L'espansione di Roma Statua di bronzo che rappresenta Romolo e Remo allattati dalla lupa. Nel corso del tempo ⇒ Atlante  Pagg. 20-21 ⇒ Quaderno delle competenze  Pag. 22