Basilicata

GEOGRAFIA LE REGIONI ITALIANE Basilicata I parchi nazionali sono evidenziati in verde. Basilicata Superficie: 10 073 km² Popolazione: 577 316 abitanti Densità di popolazione: 57,31 abitanti per km² Capoluogo: Potenza Città principali: Matera LO SAI CHE… Il Parco Nazionale del Pollino ha una flora costituita da querce, faggi, abeti bianchi e rari pini loricati. La fauna comprende lupi, lontre, aquile reali e falchi. LO SAI CHE… Le Piccole Dolomiti Lucane prendono questo nome dalla loro somiglianza con le Dolomiti alpine. Ti ricordi in quali regioni si trovano le Dolomiti? IL TERRITORIO E IL CLIMA La Basilicata confina a nord e a est con la Puglia, a ovest con la Campania, a sud con la Calabria, ed è bagnata dai Mari Tirreno e Ionio. Il territorio è occupato in gran parte dall’Appennino Lucano, dove si trovano il Monte Vulture, che è un antico vulcano spento, le Piccole Dolomiti Lucane e il Monte Pollino, al confine con la Calabria. Le colline sono formate da rocce argillose scavate dall'acqua dei fiumi e dalla pioggia, per questo soggette a smottamenti e frane. L’unica pianura è la Piana del Metaponto: un tempo paludosa, è stata bonificata nel XX secolo e si estende lungo la costa ionica, bassa e sabbiosa. La costa tirrenica è lunga solo 12 km ed è invece alta e rocciosa. I fiumi hanno carattere torrentizio, con lunghi periodi di magra e piene primaverili. Il più importante è il Basento. I laghi principali sono quelli di Abate Alonia e di San Giuliano, mentre gli altri sono di origine artificiale. Il clima è continentale con inverni rigidi ed estati brevi all'interno, mentre vicino al mare è mediterraneo. I due laghi di Monticchio di origine vulcanica, nella zona del Monte Vulture. Una vigna di uva da vino. LA POPOLAZIONE La Basilicata è scarsamente abitata: più della metà della popolazione è concentrata nelle città e sulla costa. L'ECONOMIA L’agricoltura si concentra soprattutto nella Piana del Metaponto. Si coltivano principalmente olive, pomodori, fragole, fichi, mandorle, noci e uva da vino. L’allevamento è molto praticato, soprattutto di ovini e caprini. L’industria non è molto sviluppata in Basilicata. Si concentra nella zona di Matera, dove ha sede un distretto industriale specializzato nella fabbricazione di mobili, e a Melfi, vicino a Potenza, dove ha sede un importante stabilimento automobilistico. Altre industrie sono quelle legate all’agroalimentare (oleifici e pastifici), al tessile e alla lavorazione del marmo. Negli ultimi anni si stanno sviluppando industrie estrattive grazie alla scoperta di giacimenti di petrolio in Val d'Agri. Diffuso è l'artigianato, basato sulla lavorazione di stoffe, terrecotte e oggetti in legno. Il turismo negli ultimi anni si è abbastanza sviluppato, grazie alla presenza di luoghi di interesse storico e artistico, di località marine sulle coste dei Mari Tirreno e Ionio, alla presenza del Parco Nazionale del Pollino e di tante altre aree protette. Un tempio greco del VI secolo a.C. nell'area archeologica di Metaponto. IL CAPOLUOGO POTENZA Potenza è il capoluogo più alto d’Italia: sorge su uno sperone tra due fiumi, a 820 m di altezza. Si pensa che il nucleo originario della città, di epoca preromana, fosse a 1000 m di altezza. Di origini antichissime, ha subito più volte danni a causa di terremoti. È sede universitaria ed è un centro culturale, amministrativo, commerciale e industriale. Veduta del Duomo di Potenza. GEOSTORIA I Sassi di Matera I “Sassi” sono case scavate nella roccia, abitate dal Neolitico fino al 1952, quando il Governo italiano decise di trasferire le famiglie in case nuove e più sane. Nel 1993 l’Unesco ha dichiarato il sito Patrimonio dell’Umanità. Oggi costituiscono il centro storico di Matera e, dopo un lungo periodo di abbandono, si stanno nuovamente popolando grazie alle ristrutturazioni fatte con tecniche moderne. I Sassi sono serviti anche come scenografia per molti film. ⇒ Quaderno delle competenze Pag. 68
GEOGRAFIA LE REGIONI ITALIANE Basilicata I parchi nazionali sono evidenziati in verde.   Basilicata Superficie: 10 073 km² Popolazione: 577 316 abitanti Densità di popolazione: 57,31 abitanti per km² Capoluogo: Potenza Città principali: Matera LO SAI CHE… Il Parco Nazionale del Pollino ha una flora costituita da querce, faggi, abeti bianchi e rari pini loricati. La fauna comprende lupi, lontre, aquile reali e falchi. LO SAI CHE… Le Piccole Dolomiti Lucane prendono questo nome dalla loro somiglianza con le Dolomiti alpine. Ti ricordi in quali regioni si trovano le Dolomiti? IL TERRITORIO E IL CLIMA La Basilicata confina a nord e a est con la Puglia, a ovest con la Campania, a sud con la Calabria, ed è bagnata dai Mari Tirreno e Ionio. Il territorio è occupato in gran parte dall’Appennino Lucano, dove si trovano il Monte Vulture, che è un antico vulcano spento, le Piccole Dolomiti Lucane e il Monte Pollino, al confine con la Calabria. Le colline sono formate da rocce argillose scavate dall'acqua dei fiumi e dalla pioggia, per questo soggette a smottamenti e frane. L’unica pianura è la Piana del Metaponto: un tempo paludosa, è stata bonificata nel XX secolo e si estende lungo la costa ionica, bassa e sabbiosa. La costa tirrenica è lunga solo 12 km ed è invece alta e rocciosa. I fiumi hanno carattere torrentizio, con lunghi periodi di magra e piene primaverili. Il più importante è il Basento. I laghi principali sono quelli di Abate Alonia e di San Giuliano, mentre gli altri sono di origine artificiale. Il clima è continentale con inverni rigidi ed estati brevi all'interno, mentre vicino al mare è mediterraneo. I due laghi di Monticchio di origine vulcanica, nella zona del Monte Vulture. Una vigna di uva da vino. LA POPOLAZIONE La Basilicata è scarsamente abitata: più della metà della popolazione è concentrata nelle città e sulla costa. L'ECONOMIA L’agricoltura si concentra soprattutto nella Piana del Metaponto. Si coltivano principalmente olive, pomodori, fragole, fichi, mandorle, noci e uva da vino. L’allevamento è molto praticato, soprattutto di ovini e caprini. L’industria non è molto sviluppata in Basilicata. Si concentra nella zona di Matera, dove ha sede un distretto industriale specializzato nella fabbricazione di mobili, e a Melfi, vicino a Potenza, dove ha sede un importante stabilimento automobilistico. Altre industrie sono quelle legate all’agroalimentare (oleifici e pastifici), al tessile e alla lavorazione del marmo. Negli ultimi anni si stanno sviluppando industrie estrattive grazie alla scoperta di giacimenti di petrolio in Val d'Agri. Diffuso è l'artigianato, basato sulla lavorazione di stoffe, terrecotte e oggetti in legno. Il turismo negli ultimi anni si è abbastanza sviluppato, grazie alla presenza di luoghi di interesse storico e artistico, di località marine sulle coste dei Mari Tirreno e Ionio, alla presenza del Parco Nazionale del Pollino e di tante altre aree protette. Un tempio greco del VI secolo a.C. nell'area archeologica di Metaponto. IL CAPOLUOGO POTENZA Potenza è il capoluogo più alto d’Italia: sorge su uno sperone tra due fiumi, a 820 m di altezza. Si pensa che il nucleo originario della città, di epoca preromana, fosse a 1000 m di altezza. Di origini antichissime, ha subito più volte danni a causa di terremoti. È sede universitaria ed è un centro culturale, amministrativo, commerciale e industriale. Veduta del Duomo di Potenza. GEOSTORIA I Sassi di Matera I “Sassi” sono case scavate nella roccia, abitate dal Neolitico fino al 1952, quando il Governo italiano decise di trasferire le famiglie in case nuove e più sane. Nel 1993 l’Unesco ha dichiarato il sito Patrimonio dell’Umanità. Oggi costituiscono il centro storico di Matera e, dopo un lungo periodo di abbandono, si stanno nuovamente popolando grazie alle ristrutturazioni fatte con tecniche moderne. I Sassi sono serviti anche come scenografia per molti film. ⇒ Quaderno delle competenze  Pag. 68