Umbria

GEOGRAFIA LE REGIONI ITALIANE Umbria I parchi nazionali sono evidenziati in verde. Umbria Superficie: 8 464 km² Popolazione: 896 742 abitanti Densità di popolazione: 105,94 abitanti per km² Capoluogo: Perugia Città principali: Terni LO SAI CHE… La Fontana Maggiore, simbolo di Perugia, è stata realizzata tra il 1275 ed il 1278 da Nicola Pisano e dal figlio Giovanni, ed è ancora oggi il punto di ritrovo per gli abitanti della città. IL TERRITORIO E IL CLIMA L’Umbria confina a nord e a ovest con la Toscana, a sud col Lazio, mentre a nord e a est l’Appennino Umbro-Marchigiano e i Monti Sibillini delimitano il confine con le Marche. Le vette più alte della regione sono il Monte Vettore, il Monte Pennino e il Monte Penna. Importante è anche il Monte Subasio, che sovrasta Assisi. Il territorio dell'Umbria è prevalentemente collinare e ricco di boschi, aspetto che le è valso il nome di "cuore verde d’Italia". Le poche valli presenti sono quelle nate dai detriti portati dai fiumi Tevere (Val Tiberina) e Nera (Val Nerina). In Umbria si trova il più grande lago dell’Italia centrale, il lago Trasimeno, di origine tettonica. Altri laghi sono quello di Piediluco e quello artificiale di Corbara. L'Umbria è l’unica regione del centro-sud non bagnata dal mare, per cui il clima è continentale. Il clima è comunque più mite nella zona occidentale della regione dove, grazie ai rilievi più bassi, giunge ugualmente l'influenza del Mar Tirreno. LE PAROLE DELLA GEOGRAFIA Lago di origine tettonica Lago nato dal riempimento di un avvallamento del terreno e privo di emissario. La Cascata delle Marmore, formata dai fiumi Nera e Velino, con i suoi 165 m di dislivello è la più alta d'Italia. LA POPOLAZIONE L’Umbria è una delle regioni meno popolate d’Italia. Gli abitanti sono concentrati soprattutto nelle città principali di Perugia e Terni e nelle cittadine di Assisi, Foligno e Spoleto. L'ECONOMIA L’agricoltura è molto limitata a causa delle poche aree coltivabili a disposizione. Si producono frumento, mais, orzo, girasoli, tabacco e ulivi. Ci sono anche produzioni locali d'eccellenza, come i tartufi di Norcia, le lenticchie di Castelluccio di Norcia e l’uva da vino Sagrantino, che si trova solo nella zona tra Foligno e Assisi. L’allevamento di suini, è molto sviluppato, da cui si ricavano salumi di grande qualità, è molto praticato nella zona di Norcia. L’industria è caratterizzata dalla presenza di aziende di medie e piccole dimensioni. Perugia è sede di industrie tessili e alimentari (rinomato il cioccolato perugino), grafiche, chimiche e meccaniche, mentre Terni è da sempre un importante polo nella produzione dell’acciaio. La presenza di molti corsi d'acqua e di laghi artificiali consente grandi produzioni di energia idroelettrica, che alimenta le industrie. Molto diffuso anche l’artigianato, soprattutto le lavorazioni della ceramica e del ferro battuto. Il turismo è la maggiore risorsa della regione grazie alla bellezza del paesaggio, ai tesori delle città d’arte e per i numerosi festival di musica e d’arte presenti tutto l’anno. LO SAI CHE… Perugia è da sempre sede di industrie dolciarie conosciute in tutto il mondo e da vari anni ospita una rassegna internazionale sul cioccolato. A Castelluccio si estendono i colorati campi di lenticchie, mentre ad Assisi gli affreschi della Basilica di San Francesco attirano turisti da tutto il mondo. I tartufi di Norcia sono tra le eccellenze alimentari della regione. IL CAPOLUOGO PERUGIA Perugia è stata fondata dagli Etruschi nel VI secolo a.C. Ancora oggi il suo centro storico conserva parti della cinta muraria etrusca e segni del passato romano e medievale nelle strade e nei palazzi. Città universitaria internazionale per via di una delle due Università per Stranieri in Italia (l’altra è a Siena), è sede di industrie grafiche, di abbigliamento e alimentari, oltre che di eventi culturali come la Marcia della Pace Perugia-Assisi, il Festival musicale di Umbria Jazz e il Festival Internazionale di Giornalismo. Veduta del centro storico della città di Perugia. GEOSTORIA Assisi città della pace Assisi è forse la città umbra più conosciuta al mondo in quanto città natale di San Francesco. Nella basilica a lui dedicata, costruita nel XIII secolo, si trovano alcuni meravigliosi affreschi di grandi pittori, come Cimabue, Giotto, Cavallini, Lorenzetti, Martini. È la città simbolo della pace nel mondo e fa parte dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. La Basilica di San Francesco. ⇒ Quaderno delle competenze Pag. 63
GEOGRAFIA LE REGIONI ITALIANE Umbria I parchi nazionali sono evidenziati in verde.   Umbria Superficie: 8 464 km² Popolazione: 896 742 abitanti Densità di popolazione: 105,94 abitanti per km² Capoluogo: Perugia Città principali: Terni LO SAI CHE… La Fontana Maggiore, simbolo di Perugia, è stata realizzata tra il 1275 ed il 1278 da Nicola Pisano e dal figlio Giovanni, ed è ancora oggi il punto di ritrovo per gli abitanti della città. IL TERRITORIO E IL CLIMA L’Umbria confina a nord e a ovest con la Toscana, a sud col Lazio, mentre a nord e a est l’Appennino Umbro-Marchigiano e i Monti Sibillini delimitano il confine con le Marche. Le vette più alte della regione sono il Monte Vettore, il Monte Pennino e il Monte Penna. Importante è anche il Monte Subasio, che sovrasta Assisi. Il territorio dell'Umbria è prevalentemente collinare e ricco di boschi, aspetto che le è valso il nome di "cuore verde d’Italia". Le poche valli presenti sono quelle nate dai detriti portati dai fiumi Tevere (Val Tiberina) e Nera (Val Nerina). In Umbria si trova il più grande lago dell’Italia centrale, il lago Trasimeno, di origine tettonica. Altri laghi sono quello di Piediluco e quello artificiale di Corbara. L'Umbria è l’unica regione del centro-sud non bagnata dal mare, per cui il clima è continentale. Il clima è comunque più mite nella zona occidentale della regione dove, grazie ai rilievi più bassi, giunge ugualmente l'influenza del Mar Tirreno.  LE PAROLE  DELLA GEOGRAFIA Lago di origine tettonica Lago nato dal riempimento di un avvallamento del terreno e privo di emissario. La Cascata delle Marmore, formata dai fiumi Nera e Velino, con i suoi 165 m di dislivello è la più alta d'Italia. LA POPOLAZIONE L’Umbria è una delle regioni meno popolate d’Italia. Gli abitanti sono concentrati soprattutto nelle città principali di Perugia e Terni e nelle cittadine di Assisi, Foligno e Spoleto. L'ECONOMIA L’agricoltura è molto limitata a causa delle poche aree coltivabili a disposizione. Si producono frumento, mais, orzo, girasoli, tabacco e ulivi. Ci sono anche produzioni locali d'eccellenza, come i tartufi di Norcia, le lenticchie di Castelluccio di Norcia e l’uva da vino Sagrantino, che si trova solo nella zona tra Foligno e Assisi. L’allevamento di suini, è molto sviluppato, da cui si ricavano salumi di grande qualità, è molto praticato nella zona di Norcia. L’industria è caratterizzata dalla presenza di aziende di medie e piccole dimensioni. Perugia è sede di industrie tessili e alimentari (rinomato il cioccolato perugino), grafiche, chimiche e meccaniche, mentre Terni è da sempre un importante polo nella produzione dell’acciaio. La presenza di molti corsi d'acqua e di laghi artificiali consente grandi produzioni di energia idroelettrica, che alimenta le industrie. Molto diffuso anche l’artigianato, soprattutto le lavorazioni della ceramica e del ferro battuto. Il turismo è la maggiore risorsa della regione grazie alla bellezza del paesaggio, ai tesori delle città d’arte e per i numerosi festival di musica e d’arte presenti tutto l’anno. LO SAI CHE… Perugia è da sempre sede di industrie dolciarie conosciute in tutto il mondo e da vari anni ospita una rassegna internazionale sul cioccolato. A Castelluccio si estendono i colorati campi di lenticchie, mentre ad Assisi gli affreschi della Basilica di San Francesco attirano turisti da tutto il mondo. I tartufi di Norcia sono tra le eccellenze alimentari della regione. IL CAPOLUOGO PERUGIA Perugia è stata fondata dagli Etruschi nel VI secolo a.C. Ancora oggi il suo centro storico conserva parti della cinta muraria etrusca e segni del passato romano e medievale nelle strade e nei palazzi. Città universitaria internazionale per via di una delle due Università per Stranieri in Italia (l’altra è a Siena), è sede di industrie grafiche, di abbigliamento e alimentari, oltre che di eventi culturali come la Marcia della Pace Perugia-Assisi, il Festival musicale di Umbria Jazz e il Festival Internazionale di Giornalismo. Veduta del centro storico della città di Perugia. GEOSTORIA Assisi città della pace Assisi è forse la città umbra più conosciuta al mondo in quanto città natale di San Francesco. Nella basilica a lui dedicata, costruita nel XIII secolo, si trovano alcuni meravigliosi affreschi di grandi pittori, come Cimabue, Giotto, Cavallini, Lorenzetti, Martini. È la città simbolo della pace nel mondo e fa parte dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. La Basilica di San Francesco. ⇒ Quaderno delle competenze  Pag. 63