Trentino-Alto Adige

GEOGRAFIA LE REGIONI ITALIANE Trentino-Alto Adige » Regione autonoma a statuto speciale I parchi nazionali sono evidenziati in verde. Trentino-Alto Adige Superficie: 13 607 km² Popolazione: 1 053 205 abitanti Densità di popolazione: 77,4 abitanti per km² Capoluogo: Trento Città principali: Bolzano/Bozen Lingue: italiano, tedesco, ladino IL TERRITORIO E IL CLIMA Il Trentino-Alto Adige è la regione più settentrionale d’Italia. Confina a nord con l’Austria, a ovest con la Svizzera e la Lombardia, a est e a sud con il Veneto. Il territorio è interamente montuoso, occupato dalle Alpi Retiche e Atesine, dalle Dolomiti e dalle Prealpi. Nelle Alpi Retiche, ai confini con la Lombardia, si trovano il gruppo Cevedale-Ortles e il gruppo dell’Adamello, mentre nelle Dolomiti, al confine con il Veneto, troviamo la Marmolada e il Monte Cristallo. In Trentino si estende l'estrema punta settentrionale del Lago di Garda, ma moltissimi sono i laghi alpini di origine glaciale presenti nel territorio. Fra le montagne si aprono numerose valli, spesso lunghe e strette, ad eccezione di quelle formate dal fiume Adige, il maggiore della regione e il secondo d’Italia per lunghezza, e dal suo affluente Isarco. Sono presenti anche dieci parchi provinciali e, al confine con la Lombardia, il Parco Nazionale dello Stelvio, il più grande d'Italia. Il clima è alpino, caratterizzato da inverni lunghi e freddi ed estati fresche e brevi. Fa eccezione la zona intorno al Lago di Garda, che gode di un clima più mite grazie alla presenza della grande massa di acqua. Il Lago artificiale di Resia, che ha sommerso l'antico paese. LA POPOLAZIONE Il Trentino-Alto Adige è una regione a statuto speciale, istituita per proteggere le minoranze linguistiche tedesca e ladina presenti nel territorio. È infatti una regione bilingue: in Trentino si parla perlopiù italiano, mentre in Alto Adige la lingua comunemente utilizzata è il tedesco. Il ladino si parla in Val di Fassa, in Val Gardena e in Val Badia. Il Trentino-Alto Adige è una delle regioni con la densità di popolazione più bassa del nostro Paese, superiore solamente a quelle della Valle d’Aosta, della Basilicata e della Sardegna. L'ECONOMIA Nonostante la natura del territorio, l’agricoltura è una delle maggiori risorse della regione. È praticata soprattutto nelle valli e riguarda principalmente la coltivazione di mele e uva. I vini prodotti in regione sono fra i più pregiati ed apprezzati a livello nazionale e mondiale. L’allevamento dei bovini per la produzione di carne e latte è molto praticato nei pascoli alpini e ha favorito lo sviluppo di una fiorente industria alimentare e casearia. Grazie al legname fornito dai tanti boschi, si è molto sviluppata l’industria legata alla lavorazione del legno e l'artigianato. Presenti sul territorio anche industrie tessili, meccaniche e della lavorazione del porfido e di altre pietre locali. Il turismo è ovviamente la principale attività economica della regione: moderne strutture alberghiere e numerose stazioni sciistiche lavorano sia in estate sia in inverno. Il Trentino-Alto Adige è una delle regioni italiane più all'avanguardia nella produzione di energia idroelettrica, grazie all’abbondanza di acqua, e per l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili. Un gregge di capre al pascolo. Le mele della Val di Non. IL CAPOLUOGO TRENTO Fu fondata dai Romani nel I secolo a.C. con il nome latino di Tridentum, "tridente", che si riferisce ai tre colli che circondano la città. Per altri il nome deriva dall’antica lingua italica dei Reti Trent, che significa "triforcazione", e si riferisce al corso irregolare del fiume Adige nel luogo dove fu fondata. Fu molto importante nel Medioevo e rimase sotto il dominio austriaco fino al 1918, quando passò all’Italia. Oggi è anche un’importante città universitaria e sede del Muse, il Museo delle Scienze. Piazza Duomo, Trento. GEOSTORIA Ötzi, dai ghiacci al museo È il nome dato all’uomo mummificato trovato nel 1991 in Val Senales, nel ghiacciaio del monte Similaun, al confine con l'Austria. Risale a 5000 anni fa e i suoi resti, conservati al Museo Archeologico dell'Alto Adige di Bolzano, hanno fornito moltissime informazioni sulla vita di quel periodo. Nella valle del ritrovamento, invece, è situato l'Archeoparc-Museum Val Senales, un museo interattivo che ricostruisce l'ambiente di vita di Ötzi. Ricostruzione di come poteva essere Ötzi situata all'interno del Museo Archeologico dell'Alto Adige a Bolzano. ⇒ Quaderno delle competenze Pag. 57
GEOGRAFIA LE REGIONI ITALIANE Trentino-Alto Adige » Regione autonoma a statuto speciale I parchi nazionali sono evidenziati in verde.   Trentino-Alto Adige Superficie: 13 607 km² Popolazione: 1 053 205 abitanti Densità di popolazione: 77,4 abitanti per km² Capoluogo: Trento Città principali: Bolzano/Bozen Lingue: italiano, tedesco, ladino IL TERRITORIO E IL CLIMA Il Trentino-Alto Adige è la regione più settentrionale d’Italia. Confina a nord con l’Austria, a ovest con la Svizzera e la Lombardia, a est e a sud con il Veneto. Il territorio è interamente montuoso, occupato dalle Alpi Retiche e Atesine, dalle Dolomiti e dalle Prealpi. Nelle Alpi Retiche, ai confini con la Lombardia, si trovano il gruppo Cevedale-Ortles e il gruppo dell’Adamello, mentre nelle Dolomiti, al confine con il Veneto, troviamo la Marmolada e il Monte Cristallo. In Trentino si estende l'estrema punta settentrionale del Lago di Garda, ma moltissimi sono i laghi alpini di origine glaciale presenti nel territorio. Fra le montagne si aprono numerose valli, spesso lunghe e strette, ad eccezione di quelle formate dal fiume Adige, il maggiore della regione e il secondo d’Italia per lunghezza, e dal suo affluente Isarco. Sono presenti anche dieci parchi provinciali e, al confine con la Lombardia, il Parco Nazionale dello Stelvio, il più grande d'Italia. Il clima è alpino, caratterizzato da inverni lunghi e freddi ed estati fresche e brevi. Fa eccezione la zona intorno al Lago di Garda, che gode di un clima più mite grazie alla presenza della grande massa di acqua. Il Lago artificiale di Resia, che ha sommerso l'antico paese. LA POPOLAZIONE Il Trentino-Alto Adige è una regione a statuto speciale, istituita per proteggere le minoranze linguistiche tedesca e ladina presenti nel territorio. È infatti una regione bilingue: in Trentino si parla perlopiù italiano, mentre in Alto Adige la lingua comunemente utilizzata è il tedesco. Il ladino si parla in Val di Fassa, in Val Gardena e in Val Badia. Il Trentino-Alto Adige è una delle regioni con la densità di popolazione più bassa del nostro Paese, superiore solamente a quelle della Valle d’Aosta, della Basilicata e della Sardegna.              L'ECONOMIA Nonostante la natura del territorio, l’agricoltura è una delle maggiori risorse della regione. È praticata soprattutto nelle valli e riguarda principalmente la coltivazione di mele e uva. I vini prodotti in regione sono fra i più pregiati ed apprezzati a livello nazionale e mondiale. L’allevamento dei bovini per la produzione di carne e latte è molto praticato nei pascoli alpini e ha favorito lo sviluppo di una fiorente industria alimentare e casearia. Grazie al legname fornito dai tanti boschi, si è molto sviluppata l’industria legata alla lavorazione del legno e l'artigianato. Presenti sul territorio anche industrie tessili, meccaniche e della lavorazione del porfido e di altre pietre locali. Il turismo è ovviamente la principale attività economica della regione: moderne strutture alberghiere e numerose stazioni sciistiche lavorano sia in estate sia in inverno. Il Trentino-Alto Adige è una delle regioni italiane più all'avanguardia nella produzione di energia idroelettrica, grazie all’abbondanza di acqua, e per l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili. Un gregge di capre al pascolo. Le mele della Val di Non. IL CAPOLUOGO TRENTO Fu fondata dai Romani nel I secolo a.C. con il nome latino di Tridentum, "tridente", che si riferisce ai tre colli che circondano la città. Per altri il nome deriva dall’antica lingua italica dei Reti Trent, che significa "triforcazione", e si riferisce al corso irregolare del fiume Adige nel luogo dove fu fondata. Fu molto importante nel Medioevo e rimase sotto il dominio austriaco fino al 1918, quando passò all’Italia. Oggi è anche un’importante città universitaria e sede del Muse, il Museo delle Scienze. Piazza Duomo, Trento. GEOSTORIA Ötzi, dai ghiacci al museo È il nome dato all’uomo mummificato trovato nel 1991 in Val Senales, nel ghiacciaio del monte Similaun, al confine con l'Austria. Risale a 5000 anni fa e i suoi resti, conservati al Museo Archeologico dell'Alto Adige di Bolzano, hanno fornito moltissime informazioni sulla vita di quel periodo. Nella valle del ritrovamento, invece, è situato l'Archeoparc-Museum Val Senales, un museo interattivo che ricostruisce l'ambiente di vita di Ötzi. Ricostruzione di come poteva essere Ötzi situata all'interno del Museo Archeologico dell'Alto Adige a Bolzano. ⇒ Quaderno delle competenze  Pag. 57