Lombardia

GEOGRAFIA LE REGIONI ITALIANE Lombardia I parchi nazionali sono evidenziati in verde Lombardia Superficie: 23 861 km² Popolazione: 9 990 604 abitanti Densità di popolazione: 418,71 abitanti per km² Capoluogo: Milano Città principali: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza, Pavia, Sondrio, Varese. IL TERRITORIO E IL CLIMA La Lombardia è la quarta regione italiana per superficie. Confina a nord con la Svizzera, a est con il Trentino-Alto Adige e il Veneto, a ovest con il Piemonte e a sud con l’Emilia Romagna. Da nord a sud, troviamo quattro tipi di territorio: alpino, prealpino, collinare e padano. Il territorio alpino comprende le Alpi Lepontine, Orobie e Retiche, dove si trovano le vette più alte della regione: il Pizzo Bernina, l'Ortles e l'Adamello. Al confine con il Trentino, si trova il Parco Nazionale dello Stelvio. Le Prealpi lombarde si estendono tra le Alpi e la zona collinare. Qui si trovano i più importanti laghi italiani, tutti di origine glaciale: i laghi Maggiore, di Lugano, di Como, d’Iseo e di Garda, il più grande d’Italia. A ridosso delle Prealpi ci sono le colline della Brianza, che più a sud lasciano il posto alla Pianura Padana, dove scorre il fiume Po, che, come affluenti di sinistra riceve le acque di altri fiumi lombardi: il Ticino, l'Adda, l'Oglio e il Mincio. Nella parte più sud-occidentale della regione si trova la zona dell’Oltrepò pavese, che è prevalentemente collinare. Il clima varia a seconda della zona in cui ci si trova: è alpino sui monti, con inverni rigidi ed estati fresche e brevi, continentale in pianura, con estati afose e inverni freddi e spesso nebbiosi, mite lungo le sponde dei laghi. Bormio, nel Parco Nazionale dello Stelvio. Il Parco dell'Adda sud. LA POPOLAZIONE La Lombardia è la prima regione in Italia per numero di abitanti e la seconda per densità di popolazione, che è concentrata soprattutto nell'area metropolitana di Milano e nelle zone prealpine e dell'alta pianura, dove ha sede la maggior parte delle industrie lombarde. LO SAI CHE… Il Duomo, il simbolo di Milano, è stato costruito tra il 1386 e il 1892. La Madonnina in rame dorato fu posta sulla sua cima nel 1774. IL CAPOLUOGO MILANO Milano è la seconda città italiana dopo Roma per popolazione, oltre che una delle capitali economiche europee. Fondata dalla popolazione italica degli Insubri all'inizio del VI secolo a.C., fu conquistata dai Romani nel 222 a.C. e chiamata "Mediolanum". È anche sede di importanti università, manifestazioni culturali e fiere di settore. Il paesaggio urbano di Milano. GEOSTORIA I Navigli I navigli erano canali navigabili che, fin dal Medioevo, collegavano diverse città della Lombardia a fiumi come il Ticino e il Po e permettevano il trasporto di merci e persone verso il mare. Alcuni di questi canali arrivavano fino al centro di Milano ma, a partire dal 1929, la maggior parte venne coperta per permettere la costruzione di nuove strade. Il più antico e il più importante è il Naviglio Grande, ancora visibile nel quartiere di Porta Ticinese. La sua costruzione è iniziata nel 1177 ed è lungo quasi 50 km. Le sue rive, oggi pedonalizzate, sono uno dei ritrovi preferiti dai milanesi, mentre sono allo studio vari progetti per farlo rivivere come canale navigabile. L'ECONOMIA In Lombardia si pratica un'agricoltura intensiva, che si avvale di attrezzature moderne e tecnologiche. Si coltivano principalmente mais, soia, riso, frumento, frutta, ortaggi, barbabietole da zucchero e, nelle zone collinari, la vite. In Franciacorta, tra Brescia e il lago d’Iseo, e nell'Oltrepò pavese, ci sono due dei più importanti distretti vinicoli italiani. L’allevamento intensivo, in particolare quello di bovini e suini, ha permesso un grande sviluppo dell’industria alimentare per la produzione di formaggi, salumi, latticini e carni. Le industrie lombarde sono presenti in ogni forma e dimensione, dall’azienda familiare alle multinazionali, ed operano in ogni settore produttivo. Troviamo infatti industrie siderurgiche, metalmeccaniche, petrolchimiche, tessili, farmaceutiche, grafiche, editoriali, manifatturiere, di arredamenti e di elettrodomestici. Molto sviluppate anche le attività legate al settore terziario. Sono presenti in Lombardia sedi di banche, assicurazioni, società finanziarie, informatiche, di intermediazione commerciale, agenzie pubblicitarie e aziende radiotelevisive. Anche il turismo riveste una certa importanza nell'economia lombarda, grazie alle città d'arte, Milano e Mantova in particolare, e alla presenza delle montagne e dei laghi. Tra le eccellenze della regione c'è il vino prodotto in Franciacorta. Qui sopra un operatore all'interno di un'industria farmaceutica. LO SAI CHE… Palazzo Ducale è uno dei simboli di Mantova. La costruzione del palazzo è iniziata nel XIII secolo ed è continuata fino al XVIII secolo. Questo lunghissimo cantiere ha arricchito Palazzo Ducale di moltissime opere d’arte di stili e autori diversi, che lo rendono oggi una delle mete turistiche più visitate in Italia. Tra le opere più famose, c'è la “Camera degli Sposi” di Andrea Mantegna. Costruito tra il 1524 e il 1534, Palazzo Te è considerato il capolavoro dell'architetto e pittore Giulio Romano, autore anche degli affreschi all’interno delle stanze, tra cui la famosa Sala dei Giganti. Oggi è sede del museo civico, che organizza mostre d'arte antica e moderna e d'architettura. La loggia d'onore di Palazzo Te. Gli affreschi del Mantegna, famoso pittore italiano del '400, all'interno del Palazzo Ducale di Mantova. ⇒ Quaderno delle competenze Pag. 56
GEOGRAFIA LE REGIONI ITALIANE Lombardia I parchi nazionali sono evidenziati in verde   Lombardia Superficie: 23 861 km² Popolazione: 9 990 604 abitanti Densità di popolazione: 418,71 abitanti per km² Capoluogo: Milano Città principali: Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza, Pavia, Sondrio, Varese. IL TERRITORIO E IL CLIMA La Lombardia è la quarta regione italiana per superficie. Confina a nord con la Svizzera, a est con il Trentino-Alto Adige e il Veneto, a ovest con il Piemonte e a sud con l’Emilia Romagna. Da nord a sud, troviamo quattro tipi di territorio: alpino, prealpino, collinare e padano. Il territorio alpino comprende le Alpi Lepontine, Orobie e Retiche, dove si trovano le vette più alte della regione: il Pizzo Bernina, l'Ortles e l'Adamello. Al confine con il Trentino, si trova il Parco Nazionale dello Stelvio. Le Prealpi lombarde si estendono tra le Alpi e la zona collinare. Qui si trovano i più importanti laghi italiani, tutti di origine glaciale: i laghi Maggiore, di Lugano, di Como, d’Iseo e di Garda, il più grande d’Italia. A ridosso delle Prealpi ci sono le colline della Brianza, che più a sud lasciano il posto alla Pianura Padana, dove scorre il fiume Po, che, come affluenti di sinistra riceve le acque di altri fiumi lombardi: il Ticino, l'Adda, l'Oglio e il Mincio. Nella parte più sud-occidentale della regione si trova la zona dell’Oltrepò pavese, che è prevalentemente collinare. Il clima varia a seconda della zona in cui ci si trova: è alpino sui monti, con inverni rigidi ed estati fresche e brevi, continentale in pianura, con estati afose e inverni freddi e spesso nebbiosi, mite lungo le sponde dei laghi. Bormio, nel Parco Nazionale dello Stelvio. Il Parco dell'Adda sud. LA POPOLAZIONE La Lombardia è la prima regione in Italia per numero di abitanti e la seconda per densità di popolazione, che è concentrata soprattutto nell'area metropolitana di Milano e nelle zone prealpine e dell'alta pianura, dove ha sede la maggior parte delle industrie lombarde. LO SAI CHE… Il Duomo, il simbolo di Milano, è stato costruito tra il 1386 e il 1892. La Madonnina in rame dorato fu posta sulla sua cima nel 1774. IL CAPOLUOGO MILANO Milano è la seconda città italiana dopo Roma per popolazione, oltre che una delle capitali economiche europee. Fondata dalla popolazione italica degli Insubri all'inizio del VI secolo a.C., fu conquistata dai Romani nel 222 a.C. e chiamata "Mediolanum". È anche sede di importanti università, manifestazioni culturali e fiere di settore. Il paesaggio urbano di Milano. GEOSTORIA I Navigli I navigli erano canali navigabili che, fin dal Medioevo, collegavano diverse città della Lombardia a fiumi come il Ticino e il Po e permettevano il trasporto di merci e persone verso il mare. Alcuni di questi canali arrivavano fino al centro di Milano ma, a partire dal 1929, la maggior parte venne coperta per permettere la costruzione di nuove strade. Il più antico e il più importante è il Naviglio Grande, ancora visibile nel quartiere di Porta Ticinese. La sua costruzione è iniziata nel 1177 ed è lungo quasi 50 km. Le sue rive, oggi pedonalizzate, sono uno dei ritrovi preferiti dai milanesi, mentre sono allo studio vari progetti per farlo rivivere come canale navigabile. L'ECONOMIA In Lombardia si pratica un'agricoltura intensiva, che si avvale di attrezzature moderne e tecnologiche. Si coltivano principalmente mais, soia, riso, frumento, frutta, ortaggi, barbabietole da zucchero e, nelle zone collinari, la vite. In Franciacorta, tra Brescia e il lago d’Iseo, e nell'Oltrepò pavese, ci sono due dei più importanti distretti vinicoli italiani. L’allevamento intensivo, in particolare quello di bovini e suini, ha permesso un grande sviluppo dell’industria alimentare per la produzione di formaggi, salumi, latticini e carni. Le industrie lombarde sono presenti in ogni forma e dimensione, dall’azienda familiare alle multinazionali, ed operano in ogni settore produttivo. Troviamo infatti industrie siderurgiche, metalmeccaniche, petrolchimiche, tessili, farmaceutiche, grafiche, editoriali, manifatturiere, di arredamenti e di elettrodomestici. Molto sviluppate anche le attività legate al settore terziario. Sono presenti in Lombardia sedi di banche, assicurazioni, società finanziarie, informatiche, di intermediazione commerciale, agenzie pubblicitarie e aziende radiotelevisive. Anche il turismo riveste una certa importanza nell'economia lombarda, grazie alle città d'arte, Milano e Mantova in particolare, e alla presenza delle montagne e dei laghi. Tra le eccellenze della regione c'è il vino prodotto in Franciacorta. Qui sopra un operatore all'interno di un'industria farmaceutica. LO SAI CHE… Palazzo Ducale è uno dei simboli di Mantova. La costruzione del palazzo è iniziata nel XIII secolo ed è continuata fino al XVIII secolo. Questo lunghissimo cantiere ha arricchito Palazzo Ducale di moltissime opere d’arte di stili e autori diversi, che lo rendono oggi una delle mete turistiche più visitate in Italia. Tra le opere più famose, c'è la “Camera degli Sposi” di Andrea Mantegna. Costruito tra il 1524 e il 1534, Palazzo Te è considerato il capolavoro dell'architetto e pittore Giulio Romano, autore anche degli affreschi all’interno delle stanze, tra cui la famosa Sala dei Giganti. Oggi è sede del museo civico, che organizza mostre d'arte antica e moderna e d'architettura. La loggia d'onore di Palazzo Te. Gli affreschi del Mantegna, famoso pittore italiano del '400, all'interno del Palazzo Ducale di Mantova. ⇒ Quaderno delle competenze  Pag. 56