Le imprese di Assurbanipal

STORIA » La fonte scritta I POPOLI DELLA MESOPOTAMIA - Gli Assiri Le imprese di Assurbanipal Il potente re Assurbanipal, al quale si deve la costruzione della biblioteca di Ninive, era un feroce guerriero a capo di un esercito organizzato e potente. La tattica di guerra assira era l'assedio, durate il quale i soldati circondavano la città per impedire la fuga degli abitanti. Attaccavano le città nemiche con torri mobili su ruote per poter scavalcare le mura fortificate, ne abbattevano le porte con l'ariete e colpivano i nemici con lance e frecce con punte di ferro. La più grande impresa di Assurbanipal fu la conquista dell'Elam, una regione a est della Mesopotamia. Lui stesso la racconta così: “Per il tempo di un mese e venticinque giorni di marcia devastai le province dell'Elam. Vi sparsi il sale e le spine. I figli del re, le sorelle del re, i membri della famiglia reale dell'Elam, giovani e vecchi, prefetti, governatori, cavalieri, artigiani, abitanti maschi e femmine, grandi e piccoli, cavalli e mule, asini, greggi e mandrie più numerose di uno sciame di cavallette, tutti li portai con me come bottino in Assiria”. Una raffigurazione del re Assurbanipal (640 a.C. circa). 1 Dal racconto di Assurbanipal si possono trarre informazioni sul comportamento degli Assiri rispetto ai popoli vinti: evidenziale e riassumile. 2 Il bassorilievo raffigura l'assedio di una città con le potenti macchine da guerra assire. Sottolinea nel testo le informazioni sulle loro tecniche di guerra e utilizzale per descrivere l'immagine. Bassorilievo raffigurante un assedio assiro. Competenza Comprendo i testi storici e ne individuo le caratteristiche. SUSSIDIARIO p. 30
STORIA » La fonte scritta I POPOLI DELLA MESOPOTAMIA - Gli Assiri Le imprese di Assurbanipal Il potente re Assurbanipal, al quale si deve la costruzione della biblioteca di Ninive, era un feroce guerriero a capo di un esercito organizzato e potente. La tattica di guerra assira era l'assedio, durate il quale i soldati circondavano la città per impedire la fuga degli abitanti. Attaccavano le città nemiche con torri mobili su ruote per poter scavalcare le mura fortificate, ne abbattevano le porte con l'ariete e colpivano i nemici con lance e frecce con punte di ferro. La più grande impresa di Assurbanipal fu la conquista dell'Elam, una regione a est della Mesopotamia. Lui stesso la racconta così: “Per il tempo di un mese e venticinque giorni di marcia devastai le province dell'Elam. Vi sparsi il sale e le spine. I figli del re, le sorelle del re, i membri della famiglia reale dell'Elam, giovani e vecchi, prefetti, governatori, cavalieri, artigiani, abitanti maschi e femmine, grandi e piccoli, cavalli e mule, asini, greggi e mandrie più numerose di uno sciame di cavallette, tutti li portai con me come bottino in Assiria”. Una raffigurazione del re Assurbanipal (640 a.C. circa). 1 Dal racconto di Assurbanipal si possono trarre informazioni sul comportamento degli Assiri rispetto ai popoli vinti: evidenziale e riassumile.             2 Il bassorilievo raffigura l'assedio di una città con le potenti macchine da guerra assire. Sottolinea nel testo le informazioni sulle loro tecniche di guerra e utilizzale per descrivere l'immagine.             Bassorilievo raffigurante un assedio assiro. Competenza Comprendo i testi storici e ne individuo le caratteristiche. SUSSIDIARIO p. 30