Le donne nell'antico Egitto

STORIA » Il testo storico GLI EGIZI - La vita quotidiana Le donne nell’antico Egitto 1 Sottolinea nel testo le informazioni sulle donne relative a famiglia, lavoro e attività, religione e istruzione utilizzando un colore diverso per ogni tema; poi riportale nella tabella qui sotto differenziando dove possibile tra ceti umili e ceti elevati. Nell’antico Egitto le donne svolgevano ruoli importanti nella vita sociale, religiosa e familiare. Nella stessa religione egizia una divinità tra le più importanti era Iside, moglie di Osiride e dea della maternità. Le donne di famiglie nobili potevano ricoprire importanti cariche di sacerdotesse ed erano coperte di onori. In genere tutte si dedicavano al lavoro domestico: nelle classi più umili cucinavano e si occupavano personalmente dei figli, in quelle più elevate controllavano l’organizzazione della casa e il lavoro delle ancelle. Nei campi le donne lavoravano accanto agli uomini, svolgendo le attività meno pesanti, come seminare o curare l’orto. Raccoglievano anche fiori per farne essenze e profumi. Spesso erano anche abili artigiane e in particolare tessitrici di lino, una fibra che si ricava da piante che crescevano rigogliose lungo il Nilo. Le signore nobili avevano cura del loro corpo, usavano profumi, tinture per capelli, sostanze per truccare gli occhi, vestivano con cura e si ornavano con bellissimi gioielli; potevano anche dedicarsi ad attività artistiche, come musica e poesia, alcune sapevano leggere e scrivere, ma non frequentavano la scuola, bensì imparavano a casa, privatamente. Tutte le donne egizie potevano amministrare i loro beni, far valere i loro diritti davanti alla legge, ereditare e svolgere attività in proprio. Iside, dea della maternità, mentre allatta il figlio Horus. FAMIGLIA LAVORO E ATTIVITÀ RELIGIONE ISTRUZIONE CETI UMILI CETI ELEVATI Competenza Organizzo le informazioni e le conoscenze. SUSSIDIARIO pp. 52-53

STORIA » Il testo storico

GLI EGIZI - La vita quotidiana

Le donne nell’antico Egitto

1 Sottolinea nel testo le informazioni sulle donne relative a famiglia, lavoro e attività, religione e istruzione utilizzando un colore diverso per ogni tema; poi riportale nella tabella qui sotto differenziando dove possibile tra ceti umili e ceti elevati.


Nell’antico Egitto le donne svolgevano ruoli importanti nella vita sociale, religiosa e familiare. Nella stessa religione egizia una divinità tra le più importanti era Iside, moglie di Osiride e dea della maternità. Le donne di famiglie nobili potevano ricoprire importanti cariche di sacerdotesse ed erano coperte di onori.
In genere tutte si dedicavano al lavoro domestico: nelle classi più umili cucinavano e si occupavano personalmente dei figli, in quelle più elevate controllavano l’organizzazione della casa e il lavoro delle ancelle.
Nei campi le donne lavoravano accanto agli uomini, svolgendo le attività meno pesanti, come seminare o curare l’orto. Raccoglievano anche fiori per farne essenze e profumi. Spesso erano anche abili artigiane e in particolare tessitrici di lino, una fibra che si ricava da piante che crescevano rigogliose lungo il Nilo.
Le signore nobili avevano cura del loro corpo, usavano profumi, tinture per capelli, sostanze per truccare gli occhi, vestivano con cura e si ornavano con bellissimi gioielli; potevano anche dedicarsi ad attività artistiche, come musica e poesia, alcune sapevano leggere e scrivere, ma non frequentavano la scuola, bensì imparavano a casa, privatamente. Tutte le donne egizie potevano amministrare i loro beni, far valere i loro diritti davanti alla legge, ereditare e svolgere attività in proprio.

FAMIGLIA

LAVORO E ATTIVITÀ

RELIGIONE

ISTRUZIONE

CETI UMILI

CETI ELEVATI

Competenza

Organizzo le informazioni e le conoscenze.

SUSSIDIARIO pp. 52-53