La catena alimentare

SCIENZE Il mondo dei viventi > L'ECOSISTEMA La catena alimentare La catena alimentare La relazione che lega tra loro gli esseri viventi di un ecosistema è il nutrimento. Ognuno di essi, infatti, è alla continua ricerca del proprio alimento. Questo tipo di relazione prende il nome di catena alimentare e descrive all'interno di un ecosistema "chi mangia cosa": la lumaca mangia l'erba, la gazza mangia la lumaca, il falco mangia la gazza. Ogni passaggio è strettamente collegato al precedente, proprio come gli anelli di una catena. L'orso bruno è un esempio di consumatore di terzo ordine della catena alimentare. In base al tipo di cibo di cui si nutrono, gli organismi viventi assumono un ruolo preciso nell'ecosistema e si suddividono in tre gruppi: produttori, consumatori e decompositori. Produttori Sono i vegetali il primo anello di ogni catena alimentare, ossia gli organismi autotro , quelli che sono in grado di fabbricare da sé le sostanze nutritive. Consumatori Il secondo anello della catena è rappresentato dagli organismi eterotro , cioè gli animali che si nutrono di altri organismi viventi. Si dividono in: consumatori di primo ordine sono gli erbivori, cioè gli animali che si nutrono solo di vegetali (ad esempio la lepre). consumatori di secondo ordine: sono gli animali carnivori che si nutrono di animali erbivori (ad esempio la volpe). consumatori di terzo ordine: sono animali carnivori che si nutrono anche di altri animali carnivori (ad esempio il lupo). Decompositori L'ultimo anello della catena è rappresentato dai decompositori, gli organismi che si nutrono dei resti di animali e vegetali morti, trasformandoli in sostanze più semplici, che diventeranno nutrimento per le piante favorendone la crescita, dando inizio a un nuovo ciclo vitale. Sono decompositori gli insetti, i lombrichi, ma anche piccoli organismi come funghi, batteri e muffe. 358

La catena alimentare