I fenomeni atmosferici

SCIENZE » Materia e energia L'ARIA - I fenomeni atmosferici I fenomeni atmosferici ALTA E BASSA PRESSIONE La pressione atmosferica non è sempre uguale: in alcune zone è più alta, in altre più bassa. Questo dipende da vari fattori. Il primo è l'altitudine: salendo in quota è minore l'altezza della colonna d'aria, quindi è minore la pressione. Un altro fattore è la temperatura: l'aria riscaldata è più leggera e tende a salire, mentre l'aria fredda va verso il basso, perché più pesante. In questo modo si creano zone con pressioni atmosferiche diverse e, di conseguenza, masse d'aria in movimento: il vento. COME SI FORMA IL VENTO Il vento nasce quindi dal movimento dell’aria che si sposta dalle regioni dove la pressione atmosferica è più alta verso quelle dove la pressione è più bassa. Il vento porta con sé l’aria delle regioni da cui proviene: se nasce in una regione calda, il vento sarà caldo. Se passa sopra i mari, allora porta con sé anche molto vapore acqueo che, una volta raffreddato, si trasformerà in nuvole da cui scenderanno pioggia, neve o grandine. Effetto di un forte vento sulle cime degli alberi. COME SI FORMANO PIOGGIA, NEVE, GRANDINE La pioggia è formata dalle particelle d’acqua contenute nelle nuvole. Quando il vento non riesce più a sorreggerle, queste precipitano verso il suolo. La neve si forma quando la temperatura si abbassa intorno agli zero gradi centigradi (0 °C). I fiocchi non sono tutti uguali ma hanno tutti forme differenti. La grandine, cioè gocce d’acqua gelate, si forma soprattutto durante i temporali estivi, quando i forti venti portano le particelle d’acqua nella parte alta della troposfera. Qui le temperature sono molto basse e si formano i chicchi di ghiaccio. NEBBIA, FOSCHIA, RUGIADA E BRINA La nebbia è una specie di nuvola formata da vapore acqueo che si condensa vicino al suolo quando questo è più freddo dell’aria. La nebbia rende molto difficile la visibilità: quando si riesce a vedere attraverso le goccioline d’acqua si parla di foschia. Quando il vapore acqueo si condensa a contatto con il terreno, si forma invece la rugiada: la puoi osservare la mattina presto sulle piante. Se la temperatura scende sotto zero, il vapore si solidifica e diventa brina. Un ambiente "immerso" nella nebbia. STUDIO con METODO ▼ Seleziono le informazioni. Sottolinea le parole chiave a cui si riferiscono queste definizioni. Nasce dal movimento dell'aria. È composta da acqua gelata. Si forma nelle nuvole. Diminuisce con l'altitudine. I suoi fiocchi sono tutti diversi.
SCIENZE » Materia e energia L'ARIA - I fenomeni atmosferici I fenomeni atmosferici ALTA E BASSA PRESSIONE La pressione atmosferica non è sempre uguale: in alcune zone è più alta, in altre più bassa. Questo dipende da vari fattori. Il primo è l'altitudine: salendo in quota è minore l'altezza della colonna d'aria, quindi è minore la pressione. Un altro fattore è la temperatura: l'aria riscaldata è più leggera e tende a salire, mentre l'aria fredda va verso il basso, perché più pesante. In questo modo si creano zone con pressioni atmosferiche diverse e, di conseguenza, masse d'aria in movimento: il vento. COME SI FORMA IL VENTO Il vento nasce quindi dal movimento dell’aria che si sposta dalle regioni dove la pressione atmosferica è più alta verso quelle dove la pressione è più bassa. Il vento porta con sé l’aria delle regioni da cui proviene: se nasce in una regione calda, il vento sarà caldo. Se passa sopra i mari, allora porta con sé anche molto vapore acqueo che, una volta raffreddato, si trasformerà in nuvole da cui scenderanno pioggia, neve o grandine. Effetto di un forte vento sulle cime degli alberi. COME SI FORMANO PIOGGIA, NEVE, GRANDINE La pioggia è formata dalle particelle d’acqua contenute nelle nuvole. Quando il vento non riesce più a sorreggerle, queste precipitano verso il suolo. La neve si forma quando la temperatura si abbassa intorno agli zero gradi centigradi (0 °C). I fiocchi non sono tutti uguali ma hanno tutti forme differenti. La grandine, cioè gocce d’acqua gelate, si forma soprattutto durante i temporali estivi, quando i forti venti portano le particelle d’acqua nella parte alta della troposfera. Qui le temperature sono molto basse e si formano i chicchi di ghiaccio. NEBBIA, FOSCHIA, RUGIADA E BRINA La nebbia è una specie di nuvola formata da vapore acqueo che si condensa vicino al suolo quando questo è più freddo dell’aria. La nebbia rende molto difficile la visibilità: quando si riesce a vedere attraverso le goccioline d’acqua si parla di foschia. Quando il vapore acqueo si condensa a contatto con il terreno, si forma invece la rugiada: la puoi osservare la mattina presto sulle piante. Se la temperatura scende sotto zero, il vapore si solidifica e diventa brina. Un ambiente "immerso" nella nebbia. STUDIO con METODO ▼ Seleziono le informazioni. Sottolinea le parole chiave a cui si riferiscono queste definizioni. Nasce dal movimento dell'aria. È composta da acqua gelata. Si forma nelle nuvole. Diminuisce con l'altitudine. I suoi fiocchi sono tutti diversi.