Introduzione

STORIA Le civiltà del Mediterraneo Chi erano i FENICI Fenicia Insediamenti fenici Rotte commerciali VERSO LE ISOLE BRITANNICHE CORSICA SPAGNA SARDEGNA Roma GRECIA Troia ITALIA ANATOLIA FENICIA IBIZA Biblo Sidone Tiro TERRA DI CANAAN SICILIA STRETTO DI GIBILTERRA Cartagine MALTA CRETA MAR MEDITERRANEO AFRICA Pendente di collana proveniente dalla colonia fenicia di Olbia, in Sardegna. o Quaderno delle competenze Da pag. 26 a pag. 31 o Atlante Pagg. 10 - 11 OSSERVO e RISPONDO Osserva la carta. I Fenici navigarono lungo tutto il Mediterraneo, e anche oltre lo stretto di Gibilterra. Si pensa che siano arrivati anche in India. Leggi i nomi delle isole colonizzate dai Fenici. Ci sono anche parti di due regioni italiane. Quali? 80 Nilo EGITTO I Fenici si insediarono intorno al 1200 a.C. in un territorio affacciato sul Mediterraneo orientale non particolarmente fertile e quindi poco adatto all'agricoltura (oggi corrisponde al Libano). Era una terra con poche pianure e circondata da alte montagne coperte di boschi di cedri, alberi giganteschi dal legno pregiato, il più adatto per costruire navi, attività in cui i Fenici divennero abilissimi. I Fenici divennero così esperti marinai e, grazie anche alla posizione geografica molto favorevole per gli scambi commerciali, abili mercanti. LA STRUTTURA DELLA SOCIET I Fenici non formarono mai uno Stato unitario, ma erano organizzati in città-stato indipendenti, ognuna governata da un re e da un consiglio degli anziani, formato di solito dai mercanti più autorevoli della città. Le città-stato più importanti erano Tiro, Biblo, Sidone, Berito (l attuale Beirut, capitale del Libano) e Arvad; si trovavano tutte vicino al mare ed avevano grandi porti. Il fatto che le città della Fenicia non si unirono mai in un unico Stato le rese spesso oggetto di attacchi delle popolazioni vicine. Nel 701 a.C. gli Assiri sottomisero definitivamente le città-stato fenicie, che persero così la loro indipendenza.

Introduzione