Chi erano gli Indi

STORIA Le civiltà dei grandi umi > CINESI E INDI Chi erano gli Indi o Quaderno delle competenze Pagg. 24 - 25 NOTIZIE dal PASSATO Le rovine di Mohenjo-Daro Mohenjo-Daro era una delle principali città dell'India. I vasi qui sotto testimoniano la grande sapienza dei suoi artigiani. Le tracce circolari della foto in alto sono state ritrovate nelle rovine di una stanza che veniva utilizzata per la produzione delle ceramiche. 72 Chi erano gli INDI Intorno al 2500 a.C. alcune popolazioni si stabilirono nella valle del fiume Indo. Questo fiume, che nasce dai monti dell'Himalaya, i più alti del mondo, aveva creato una pianura fertile simile a quelle presenti intorno ai fiumi Nilo, Tigri e Eufrate. Il clima favorevole, l'abbondanza d'acqua, l'uso dell'aratro e la costruzione di sistemi di canali resero possibile anche in questa regione lo sviluppo di una civiltà agricola, dedita soprattutto alla coltivazione di grano e orzo in grande quantità, così da permettere importanti scambi commerciali con altri popoli. DAI VILLAGGI ALLE GRANDI CITT Rispetto alle civiltà mesopotamiche ed egizia, sono giunti fino a noi pochi reperti della civiltà degli Indi, detta anche di Harappa, dal nome di una delle sue città più importanti. Sappiamo però che la vita politica ed economica era molto organizzata. Le città più vicine al fiume Indo erano dotate di canali e vasche per contenere le acque delle piene. I contadini vivevano nelle città, dove c'erano anche i magazzini per riporre gli attrezzi e i raccolti. Attorno a questi si trovavano officine, botteghe e negozi. Al centro della città c'erano i templi e i palazzi più importanti. Sappiamo che gli Indi erano politeisti e che la divinità principale era una donna, simbolo di fertilità.
Chi erano gli Indi