La vita quotidiana

STORIA Le civiltà dei grandi umi > GLI EGIZI La vita quotidiana La vita quotidiana a La cas Le case delle classi sociali più umili erano ad un piano e costruite con mattoni d'argilla e paglia seccati al sole. Avevano due o tre stanze con un arredamento essenziale: contenitori in terracotta, cesti di papiro e poco altro. Il tetto piatto spesso veniva usato come ulteriore ambiente della casa. Le case dei ricchi, invece, erano costruite con materiali più solidi, erano su più piani, avevano molte più stanze ed erano adornate da affreschi. Spesso erano dotate di giardini. IL CIBO Il pasto tipico della popolazione era costituito da pane, pesce, verdure, legumi e frutta. La birra era la bevanda più diffusa e veniva ricavata dall orzo. I ricchi si concedevano anche carne, cacciagione e uova. Erano diffusi anche i latticini. A TAVOLA Si mangiava su tavoli bassi, seduti su stuoie oppure su sedie pieghevoli con braccioli. IL LAVORO Molti artigiani, ad esempio i vasai e i tessitori, avevano il loro laboratorio nelle proprie abitazioni. 52 LA DONNA IN EGITTO Nella civiltà egizia la donna aveva un ruolo assai più importante rispetto ad altre civiltà del Mediterraneo. Per legge, infatti, le donne egizie avevano gli stessi diritti dell'uomo. Le donne delle classi più ricche organizzavano la vita quotidiana e amministravano i beni della famiglia. Alcune diventarono sacerdotesse. La regina poteva diventare faraone e governare. Oltre alla gestione della casa, le donne delle classi più povere spesso aiutavano i mariti nelle loro attività lavorative.

La vita quotidiana