Chi erano gli Ebrei

STORIA » Le civiltà dei grandi fiumi Chi erano gli EBREI Gli Ebrei erano un popolo nomade che viveva nelle zone desertiche vicino a Ur, in Mesopotamia. Erano pastori, per cui la loro attività principale era l’allevamento di pecore e capre. Intorno al 1900 a.C. intrapresero un lungo viaggio in cerca di una terra più fertile e giunsero nella Terra di Canaan, nella valle del fiume Giordano, dove si stabilirono. UN POPOLO IN CAMMINO Nel 1700 a.C., forse in seguito ad una terribile carestia, cioè una grave mancanza di cibo causata da un prolungato periodo di siccità, gli Ebrei si trasferirono nelle fertili terre d’Egitto. Qui rimasero per quasi cinquecento anni, lavorando dapprima al servizio dei faraoni e poi ridotti in schiavitù. Intorno al 1250 a.C. gli Ebrei riconquistarono la libertà: attraversarono il deserto del Sinai e fecero ritorno nella Terra di Canaan, dove si stabilirono definitivamente dedicandosi all’agricoltura, coltivando in particolare orzo, frumento, ulivo, vite, all’allevamento di capre e pecore e al commercio con i popoli vicini. Gli Ebrei: vita in campagna Il Muro del pianto, unico resto del tempio di Gerusalemme. Tra le fessure delle pietre i fedeli lasciano biglietti con preghiere e invocazioni. Le principali date delle migrazioni del popolo ebraico Gli Ebrei - Apprendimento individualizzato Dalle tribù al regno Inizialmente gli Ebrei non avevano uno Stato unitario, ma una federazione di dodici tribù, ognuna con un proprio capo chiamato "patriarca". Solo in caso di gravi pericoli veniva eletto un capo comune chiamato "giudice" che comandava l’esercito. Proprio questa mancanza di unione rendeva gli Ebrei molto vulnerabili agli attacchi dei popoli confinanti, motivo per cui intorno al 1000 a.C., le dodici tribù decisero di formare un unico regno sotto la guida di re Saul: nacque così il Regno di Israele. STUDIO con METODO ▼ Uso la linea del tempo. Riordina sulla linea del tempo i seguenti eventi. Arrivo in Terra di Canaan. Trasferimento in Egitto. Ritorno in Terra di Canaan. Le dodici tribù e i giudici. Ricostruzione della città di Gerusalemme durante il regno di Salomone. Nel tempio era custodita l’Arca dell’Alleanza, una cassa di legno ricoperta d’oro che conteneva le lastre di pietra dei Dieci Comandamenti affidati dal dio Jahvè a Mosè, sul Monte Sinai. ⇒ Quaderno delle competenze Pagg. 20-21
STORIA » Le civiltà dei grandi fiumi Chi erano gli EBREI Gli Ebrei erano un popolo nomade che viveva nelle zone desertiche vicino a Ur, in Mesopotamia. Erano pastori, per cui la loro attività principale era l’allevamento di pecore e capre. Intorno al 1900 a.C. intrapresero un lungo viaggio in cerca di una terra più fertile e giunsero nella Terra di Canaan, nella valle del fiume Giordano, dove si stabilirono. UN POPOLO IN CAMMINO Nel 1700 a.C., forse in seguito ad una terribile carestia, cioè una grave mancanza di cibo causata da un prolungato periodo di siccità, gli Ebrei si trasferirono nelle fertili terre d’Egitto. Qui rimasero per quasi cinquecento anni, lavorando dapprima al servizio dei faraoni e poi ridotti in schiavitù. Intorno al 1250 a.C. gli Ebrei riconquistarono la libertà: attraversarono il deserto del Sinai e fecero ritorno nella Terra di Canaan, dove si stabilirono definitivamente dedicandosi all’agricoltura, coltivando in particolare orzo, frumento, ulivo, vite, all’allevamento di capre e pecore e al commercio con i popoli vicini.   Gli Ebrei: vita in campagna Il Muro del pianto, unico resto del tempio di Gerusalemme. Tra le fessure delle pietre i fedeli lasciano biglietti con preghiere e invocazioni. Le principali date delle migrazioni del popolo ebraico     Gli Ebrei - Apprendimento individualizzato Dalle tribù al regno Inizialmente gli Ebrei non avevano uno Stato unitario, ma una federazione di dodici tribù, ognuna con un proprio capo chiamato "patriarca". Solo in caso di gravi pericoli veniva eletto un capo comune chiamato "giudice" che comandava l’esercito. Proprio questa mancanza di unione rendeva gli Ebrei molto vulnerabili agli attacchi dei popoli confinanti, motivo per cui intorno al 1000 a.C., le dodici tribù decisero di formare un unico regno sotto la guida di re Saul: nacque così il Regno di Israele. STUDIO con METODO ▼ Uso la linea del tempo. Riordina sulla linea del tempo i seguenti eventi. Arrivo in Terra di Canaan. Trasferimento in Egitto. Ritorno in Terra di Canaan. Le dodici tribù e i giudici. Ricostruzione della città di Gerusalemme durante il regno di Salomone. Nel tempio era custodita l’Arca dell’Alleanza, una cassa di legno ricoperta d’oro che conteneva le lastre di pietra dei Dieci Comandamenti affidati dal dio Jahvè a Mosè, sul Monte Sinai. ⇒ Quaderno delle competenze  Pagg. 20-21