La linea del tempo

STORIA » Introduzione alla Storia CHE COS’È LA STORIA - La linea del tempo La linea del tempo Immagina di mostrare ai tuoi amici i progressi che hai fatto nel campo del disegno attraverso i lavori che hai realizzato da quando eri alla scuola dell'infanzia fino ad oggi. Per farlo, dovrai mettere tutti i tuoi disegni in fila a seconda della data in cui li hai realizzati, dal più vecchio al più recente. Questo ordine si chiama ordine cronologico e ci fa capire in maniera molto chiara quali disegni hai realizzato prima e quali dopo, ossia quale sia stata la loro successione nel tempo. Se poi tu volessi rappresentare quest'ordine su una linea, otterresti una linea del tempo. Esaminando le date su questa linea, inoltre, potrai comprendere la durata di un evento, come, ad esempio, per quanto tempo hai frequentato la scuola dell'infanzia. Gli storici si comportano allo stesso modo con gli eventi del passato: li sistemano in ordine cronologico per stabilire la loro successione e la loro durata. E se due fatti sono accaduti nello stesso tempo, allora si parla di contemporaneità di eventi. LE PAROLE DELLA STORIA Cronologia Indica l'ordine in cui si sono succeduti i fatti nel tempo, ovvero quali sono avvenuti prima e quali dopo. STUDIO con METODO ▼ Uso la linea del tempo. Costruisci una linea del tempo indicando come punto di riferimento la data della tua nascita. Chiedi ai tuoi genitori le date di alcuni eventi importanti della loro vita; inserisci queste date sulla linea del tempo: segna in rosso gli eventi accaduti prima della tua nascita e in blu quelli avvenuti dopo. Un punto di riferimento Nel corso della Storia ogni popolo ha usato un proprio sistema per fissare gli avvenimenti del passato e la loro successione; nella nostra cultura si è scelto di usare come punto di riferimento la data della nascita di Gesù Cristo: gli anni precedenti a tale data si chiamano “avanti Cristo” e sono indicati con la sigla a.C., mentre quelli successivi si indicano con d.C., ossia “dopo Cristo”. Per convenzione, gli anni successivi alla nascita di Cristo vengono scritti senza la dicitura d.C. Il periodo Avanti Cristo comprende tutti gli avvenimenti accaduti prima della nascita di Cristo. Gli anni si contano in maniera decrescente, per cui un fatto accaduto nel 44 a.C. è precedente ad uno accaduto nel 30 a.C.. Quando ci si riferisce a un evento accaduto in quest’epoca è obbligatorio mettere la sigla a.C.. Nel periodo Dopo Cristo gli anni si calcolano in maniera crescente partendo dalla data di nascita di Cristo. In questo caso non è obbligatorio mettere la sigla d.C..
STORIA » Introduzione alla Storia CHE COS’È LA STORIA - La linea del tempo La linea del tempo Immagina di mostrare ai tuoi amici i progressi che hai fatto nel campo del disegno attraverso i lavori che hai realizzato da quando eri alla scuola dell'infanzia fino ad oggi. Per farlo, dovrai mettere tutti i tuoi disegni in fila a seconda della data in cui li hai realizzati, dal più vecchio al più recente. Questo ordine si chiama ordine cronologico e ci fa capire in maniera molto chiara quali disegni hai realizzato prima e quali dopo, ossia quale sia stata la loro successione nel tempo. Se poi tu volessi rappresentare quest'ordine su una linea, otterresti una linea del tempo.  Esaminando le date su questa linea, inoltre, potrai comprendere la durata di un evento, come, ad esempio, per quanto tempo hai frequentato la scuola dell'infanzia. Gli storici si comportano allo stesso modo con gli eventi del passato: li sistemano in ordine cronologico per stabilire la loro successione e la loro durata. E se due fatti sono accaduti nello stesso tempo, allora si parla di contemporaneità di eventi.  LE PAROLE  DELLA STORIA Cronologia Indica l'ordine in cui si sono succeduti i fatti nel tempo, ovvero quali sono avvenuti prima e quali dopo. STUDIO con METODO ▼ Uso la linea del tempo. Costruisci una linea del tempo indicando come punto di riferimento la data della tua nascita. Chiedi ai tuoi genitori le date di alcuni eventi importanti della loro vita; inserisci queste date sulla linea del tempo: segna in rosso gli eventi accaduti prima della tua nascita e in blu quelli avvenuti dopo. Un punto di riferimento Nel corso della Storia ogni popolo ha usato un proprio sistema per fissare gli avvenimenti del passato e la loro successione; nella nostra cultura si è scelto di usare come punto di riferimento la data della nascita di Gesù Cristo: gli anni precedenti a tale data si chiamano “avanti Cristo” e sono indicati con la sigla a.C., mentre quelli successivi si indicano con d.C., ossia “dopo Cristo”. Per convenzione, gli anni successivi alla nascita di Cristo vengono scritti senza la dicitura d.C. Il periodo Avanti Cristo comprende tutti gli avvenimenti accaduti prima della nascita di Cristo. Gli anni si contano in maniera decrescente, per cui un fatto accaduto nel 44 a.C. è precedente ad uno accaduto nel 30 a.C.. Quando ci si riferisce a un evento accaduto in quest’epoca è obbligatorio mettere la sigla a.C..   Nel periodo Dopo Cristo gli anni si calcolano in maniera crescente partendo dalla data di nascita di Cristo. In questo caso non è obbligatorio mettere la sigla d.C..