Attività estrattiva

GEOGRAFIA » Le attività economiche in Italia IL SETTORE PRIMARIO - Attività estrattiva Attività estrattiva L'Italia non ha molte risorse minerarie, quindi per soddisfare i bisogni dell'industria, la maggior parte delle materie prime viene acquistata da altri Paesi; lo stesso avviene per le fonti energetiche come il gas naturale e il petrolio, i cui giacimenti in Sicilia e Basilicata coprono solamente il 7% del fabbisogno nazionale. Soprattutto al nord, la presenza dei numerosi fiumi è sfruttata per la produzione di energia idroelettrica, mentre in Toscana si produce energia geotermica sfruttando l'energia prodotta dall'acqua calda che fuoriesce dal terreno. Di una certa rilevanza è l'estrazione del marmo bianco nelle Alpi Apuane, nell'Appennino toscano. Lo sfruttamento delle risorse forestali, infine, è un'attività praticata quasi esclusivamente nelle zone alpine. Diga sul torrente Lumiei a Sauris, in Friuli-Venezia Giulia. Sotto le acque si trova il vecchio paese di Maina. STUDIO con METODO ▼ Comprendo il testo. Completa il testo inserendo le seguenti parole: attività • saline • materie • allevamento • pesca • pascoli Oltre all'agricoltura, tra le ........................ del settore primario ci sono l'allevamento, la ........................ e l'attività estrattiva di ........................ prime. Di queste la pesca è la meno praticata, mentre l' ........................ si è spostato dai ........................ in montagna agli stabilimenti in pianura. L'attività estrattiva rimane molto importante: un esempio sono le ........................ . LE SALINE Le saline sono state realizzate dall'uomo in aree pianeggianti lagunari, come ad esempio quelle di Cervia, in provincia di Ravenna. Le saline sono costituite da una serie di vasche in cui l'acqua di mare viene prima immessa e poi fatta evaporare finché non rimane uno strato compatto di sale alto 10-20 centimetri, che poi viene frantumato e raccolto. La stagione di produzione del sale va da aprile a settembre. Le saline hanno origine antiche e hanno costituito per secoli una fonte di lavoro e reddito per le popolazioni dei luoghi in cui si trovavano. Le saline di Cervia.
GEOGRAFIA » Le attività economiche in Italia IL SETTORE PRIMARIO - Attività estrattiva Attività estrattiva L'Italia non ha molte risorse minerarie, quindi per soddisfare i bisogni dell'industria, la maggior parte delle materie prime viene acquistata da altri Paesi; lo stesso avviene per le fonti energetiche come il gas naturale e il petrolio, i cui giacimenti in Sicilia e Basilicata coprono solamente il 7% del fabbisogno nazionale. Soprattutto al nord, la presenza dei numerosi fiumi è sfruttata per la produzione di energia idroelettrica, mentre in Toscana si produce energia geotermica sfruttando l'energia prodotta dall'acqua calda che fuoriesce dal terreno. Di una certa rilevanza è l'estrazione del marmo bianco nelle Alpi Apuane, nell'Appennino toscano. Lo sfruttamento delle risorse forestali, infine, è un'attività praticata quasi esclusivamente nelle zone alpine. Diga sul torrente Lumiei a Sauris, in Friuli-Venezia Giulia. Sotto le acque si trova il vecchio paese di Maina. STUDIO con METODO ▼ Comprendo il testo. Completa il testo inserendo le seguenti parole: attività • saline • materie • allevamento • pesca • pascoli Oltre all'agricoltura, tra le ........................ del settore primario ci sono l'allevamento, la ........................ e l'attività estrattiva di ........................ prime. Di queste la pesca è la meno praticata, mentre l' ........................ si è spostato dai ........................ in montagna agli stabilimenti in pianura.  L'attività estrattiva rimane molto importante: un esempio sono le ........................ . LE SALINE Le saline sono state realizzate dall'uomo in aree pianeggianti lagunari, come ad esempio quelle di Cervia, in provincia di Ravenna. Le saline sono costituite da una serie di vasche in cui l'acqua di mare viene prima immessa e poi fatta evaporare finché non rimane uno strato compatto di sale alto 10-20 centimetri, che poi viene frantumato e raccolto. La stagione di produzione del sale va da aprile a settembre. Le saline hanno origine antiche e hanno costituito per secoli una fonte di lavoro e reddito per le popolazioni dei luoghi in cui si trovavano. Le saline di Cervia.