La società dei Sumeri

STORIA » Le civiltà dei grandi fiumi I POPOLI DELLA MESOPOTAMIA - I Sumeri La società dei Sumeri Con il passare del tempo le città-stato divennero sempre più grandi ed importanti, per cui si rese necessario organizzare la vita e le responsabilità dei cittadini. La società fu quindi divisa in cinque classi sociali. 1 Sopra tutti c'era il re: aveva i poteri politici, organizzava la difesa militare della città e svolgeva la funzione di giudice. 2 Sotto c'erano i sacerdoti: che aiutavano il re nell'amministrazione della città. Oltre a studiare il volere degli dei, conoscevano le tecniche per coltivare e irrigare i campi. Erano esperti in matematica, medicina e astronomia. 3 Un gradino più in basso c'erano i funzionari, i quali controllavano che gli ordini del re fossero eseguiti, e i soldati, che proteggevano il re e il territorio. 4 Sotto ancora c'erano artigiani e commercianti che vivevano per lo più in città, mentre la maggior parte della popolazione, costituita da contadini e pastori stava nelle campagne. 5 All'ultimo gradino c'erano gli schiavi, uomini senza libertà, che erano destinati a svolgere i lavori più pesanti. Nella maggior parte dei casi si trattava di prigionieri di guerra. Contadini, pastori, commercianti e artigiani dovevano dare parte dei loro raccolti e dei loro prodotti al re per mantenere la propria corte e l'esercito: questo obbligo si chiamava tributo, e corrisponde alle attuali tasse. STUDIO con METODO ▼ Seleziono le informazioni. Trova nel testo le parole chiave dei compiti svolti dai diversi cittadini sumeri, poi usale per ripetere ad alta voce, aiutandoti anche con il disegno.
STORIA » Le civiltà dei grandi fiumi I POPOLI DELLA MESOPOTAMIA - I Sumeri La società dei Sumeri Con il passare del tempo le città-stato divennero sempre più grandi ed importanti, per cui si rese necessario organizzare la vita e le responsabilità dei cittadini. La società fu quindi divisa in cinque classi sociali.   1 Sopra tutti c'era il re: aveva i poteri politici, organizzava la difesa militare della città e svolgeva la funzione di giudice.   2 Sotto c'erano i sacerdoti: che aiutavano il re nell'amministrazione della città. Oltre a studiare il volere degli dei, conoscevano le tecniche per coltivare e irrigare i campi. Erano esperti in matematica, medicina e astronomia.   3 Un gradino più in basso c'erano i funzionari, i quali controllavano che gli ordini del re fossero eseguiti, e i soldati, che proteggevano il re e il territorio.   4 Sotto ancora c'erano artigiani e commercianti che vivevano per lo più in città, mentre la maggior parte della popolazione, costituita da contadini  e pastori stava nelle campagne.   5 All'ultimo gradino c'erano gli schiavi, uomini senza libertà, che erano destinati a svolgere i lavori più pesanti. Nella maggior parte dei casi si trattava di prigionieri di guerra.   Contadini, pastori, commercianti e artigiani dovevano dare parte dei loro raccolti e dei loro prodotti al re per mantenere la propria corte e l'esercito: questo obbligo si chiamava tributo, e corrisponde alle attuali tasse.   STUDIO con METODO ▼ Seleziono le informazioni. Trova nel testo le parole chiave dei compiti svolti dai diversi cittadini sumeri, poi usale per ripetere ad alta voce, aiutandoti anche con il disegno.