Le pianure

GEOGRAFIA » L’Italia e il suo territorio LA MORFOLOGIA DEL TERRITORIO ITALIANO - La pianura Le pianure Le pianura è un territorio privo di rilievi o appena ondulato che non supera i 200 metri di altitudine. Le pianure sono il paesaggio meno diffuso d’Italia; si trovano lungo le coste e i fiumi principali. Nelle pianure lontane dal mare il clima è generalmente umido e freddo in inverno e caldo afoso in estate, mentre quelle sulle coste godono di temperature più miti e stagioni più asciutte. I TIPI DI PIANURA Come le colline, anche le pianure hanno origini differenti; infatti possono essere alluvionali, vulcaniche o di sollevamento. Le pianure alluvionali sono quelle create dai detriti (roccia, sassi, ciottoli, ghiaia, sabbia) trasportati dai fiumi che, depositandosi, danno origine nel corso del tempo a una pianura. Sono di origine alluvionale la Pianura Padana, la Maremma, l'Agro Pontino, il Metaponto, la Piana di Sibari e quella intorno al fiume Sele, parte della Piana di Catania in Sicilia e il Campidano in Sardegna. Le pianure vulcaniche sono quelle nate dall'accumulo dei materiali fuoriusciti dai vulcani. Una di queste è la Pianura Campana che circonda il Vesuvio. Le pianure di sollevamento nascono dal sollevamento di antichi fondali marini provocati da movimenti interni della Terra. Una pianura di questo genere è il Tavoliere delle Puglie, la seconda pianura italiana per estensione. L'agricoltura è stata la prima attività praticata dall'uomo, quindi la pianura è l'ambiente che ha subito maggiori modificazioni nel corso della Storia. Le pianure italiane Campi di grano nel Tavoliere delle Puglie.
GEOGRAFIA » L’Italia e il suo territorio LA MORFOLOGIA DEL TERRITORIO ITALIANO - La pianura Le pianure Le pianura è un territorio privo di rilievi o appena ondulato che non supera i 200 metri di altitudine. Le pianure sono il paesaggio meno diffuso d’Italia; si trovano lungo le coste e i fiumi principali. Nelle pianure lontane dal mare il clima è generalmente umido e freddo in inverno e caldo afoso in estate, mentre quelle sulle coste godono di temperature più miti e stagioni più asciutte. I TIPI DI PIANURA Come le colline, anche le pianure hanno origini differenti; infatti possono essere alluvionali, vulcaniche o di sollevamento. Le pianure alluvionali sono quelle create dai detriti (roccia, sassi, ciottoli, ghiaia, sabbia) trasportati dai fiumi che, depositandosi, danno origine nel corso del tempo a una pianura. Sono di origine alluvionale la Pianura Padana, la Maremma, l'Agro Pontino, il Metaponto, la Piana di Sibari e quella intorno al fiume Sele, parte della Piana di Catania in Sicilia e il Campidano in Sardegna. Le pianure vulcaniche sono quelle nate dall'accumulo dei materiali fuoriusciti dai vulcani. Una di queste è la Pianura Campana che circonda il Vesuvio. Le pianure di sollevamento nascono dal sollevamento di antichi fondali marini provocati da movimenti interni della Terra. Una pianura di questo genere è il Tavoliere delle Puglie, la seconda pianura italiana per estensione. L'agricoltura è stata la prima attività praticata dall'uomo, quindi la pianura è l'ambiente che ha subito maggiori modificazioni nel corso della Storia.   Le pianure italiane Campi di grano nel Tavoliere delle Puglie.